Home Persone Noemi Carrozza, incidente mortale

Noemi Carrozza, incidente mortale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:23
CONDIVIDI

Lo sport italiano piange Noemi Carrozza. La giovanissima sincronette azzurra è morta a causa di un incidente in motorino: avrebbe compiuto 21 anni il prossimo 11 settembre. Noemi era tesserata per la società romana All Round e aveva rappresentato l’Italia in diverse manifestazioni giovanili, compresi i Mondiali Junior e gli Europei di Baku del 2015.

 

“Giungano a familiari, società ed amici le più sentite condoglianze dal presidente Paolo Barelli, dai presidenti onorari Salvatore Montella e Lorenzo Ravina, dai vice presidenti Andrea Pieri, Francesco Postiglione e Teresa Frassinetti, dal segretario generale Antonello Panza, dal consiglio e dagli uffici federali, dal ct’ delle squadre nazionali Patrizia Giallombardo, da tutti gli staff tecnici e dall’intero movimento” il messaggio di cordoglio sul sito della Federnuoto, come riportato dall’Agi.

La giovane sincronette aveva rappresentato l’Italia in tante manifestazioni giovanili, dai mondiali junior, ai Giochi europei ed in coppa CoMeN. «Giungano a familiari, societa’ ed amici le piu’ sentite condoglianze dal presidente Paolo Barelli, dai presidenti onorari Salvatore Montella e Lorenzo Ravina, dai vice presidenti Andrea Pieri, Francesco Postiglione e Teresa Frassinetti, dal segretario generale Antonello Panza, dal consiglio e dagli uffici federali, dal citti’ delle squadre nazionali Patrizia Giallombardo, da tutti gli staff tecnici e dall’intero movimento», si legge sul sito della Federnuoto.

Fonte: Agi

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]