Home News dal mondo Alfie, la polizia teme un blitz notturno per liberarlo. Il papà crolla...

Alfie, la polizia teme un blitz notturno per liberarlo. Il papà crolla accanto al figlio

CONDIVIDI

blitzLa polizia britannica sarebbe in allarme per un blitz dopo che si è diffusa la voce secondo cui i sostenitori della famiglia del piccolo Alfie – il bambino britannico gravemente malato – avrebbero pianificato di entrare l’ospedale di Liverpool per prendere  bambino.  La tensione è salita alle stelle dopo l’ennesimo diniego della Corte d’Apello al trasferimento del piccolo in Italia con i manifestanti bloccati agli ingressi della struttura sanitaria. Un amico di famiglia avrebbe inveito per il comportamento tenuto dai medici dell’ospedale: “Dovrebbero vergognarsi per quello che hanno fatto, è disgustoso“. La mamma del piccolo, Kate James, ha detto disperata Alfie sta “lottando e ha bisogno di un intervento immediato” dopo che i supporti vitali sono stati interrotti da quasi due giorni.  Stasera la ragazza ha postato un video straziante della piccola Alfie mentre gli accarezzava il viso con le parole: “Sei tutto il mio mondo, ti amo così tanto bambino mio“.

L’infaticabile papà Tom Evans, 21 anni, ha rivelato di non aver dormito per tre giorni mentre combatteva per poter ottenere che suo figlio potesse uscire dall’ospedale. Tom doveva rilasciare una dichiarazione ai sostenitori e ai media stasera, ma un portavoce della famiglia ha detto  che il ragazzo si era addormentato vicino ad Alfie.