Home News dal mondo Giovane donna incarcerata, ha aiutato il fidanzato a stuprare una bambina

Giovane donna incarcerata, ha aiutato il fidanzato a stuprare una bambina

CONDIVIDI
(Websource/Herfordshire Mercury)

Totalmente soggiogata dalla perversione del fidanzato, Stephen Arnopp, di avere rapporti sessuali con bambine di età inferiore ai 13 anni, Gemma Hill lo ha aiutato ad organizzare gli incontri, due in tutto, con una bambina e ne stava pianificando un altro con una seconda. L’abuso è avvenuto due volte nella casa dell’uomo a Welwyn Garden City, nell’Hertfordshire, Inghilterra (dove sono state trovate le mutandine della vittima). La coppia stava pianificando un secondo stupro, questa volta ai danni di una bambina di 9 anni, ma è stata fermata prima dalla denuncia della prima vittima che ha confessato tutto agli insegnanti ed alle autorità.

I due sono stati processati con rito abbreviato e sono stati condannati: Arnopp a 11 anni di carcere per abuso e stupro di minore di età inferiore ai 13 anni, mentre la compagna è stata condannata a 6 anni di carcere per aver favorito ed aver partecipato allo stupro della bambina. Alla coppia, una volta usciti dal carcere, sarà impedito a vita di frequentare luoghi e abitare in zone in cui ci sono bambine o ragazze che non hanno compiuto la maggiore età. Inoltre sono stati iscritti permanentemente nella lista dei criminali sessuali.

Il giudice che ha emesso la condanna, Marie Catterson, ha spiegato come la compagna di Arnopp abbia un basso coefficiente d’intelligenza che comunque non le impediva di comprendere i gravi danni arrecati alla bambina sottoponendola alle vergognose pulsioni dell’uomo. Ciò che ha reso ancora più disdicevole il loro crimine, ha aggiunto nella sentenza il giudice, è che per  organizzare gli stupri ci è voluta una pianificazione ben orchestrata. Quindi, rivolgendosi direttamente alla Hill, questa le ha detto: “Pretendevi di non sapere nulla di quanto succedeva”, evidenziando come questa negazione le permettesse di non aver rimorsi per aver organizzato gli incontri, ma come questo non la rendesse meno colpevole. Quindi ha concluso dicendo che la seconda bambina è stata fortunata che la coppia sia stata catturata prima del imminente abuso.

FS