Un’esplosione spaventosa: nuovo attacco a Kabul – FOTO

0
4

kabulUn nuovo attacco kamikaze stamattina a Kabul: la violenta esplosione nei pressi di un’area affollata della capitale, dove stanno convergendo ambulanze e soccorritori. Ancora non si è in grado di fare un bilancio del drammatico scoppio, anche se Emergency fa sapere attraverso Twitter che solo nel loro presidio ospedaliero sono giunte una cinquantina di persone ferite, delle cui condizioni non si sa ancora nulla. Un nuovo bilancio parlava poi di almeno 40 morti.

Nei giorni scorsi, un gruppo di kamikaze ha fatto irruzione nella sede di Save the children in Afghanistan. Stando alle prime informazioni giunte, un uomo all’interno di un’auto imbottita di esplosivo si è fatto esplodere all’ingresso dell’ufficio causando distruzione e confusione che hanno permesso a diversi uomini armati di fare il loro ingresso all’interno della struttura. Pare, inoltre, che solamente tre dei terroristi siano caduti durante l’assalto e che gli altri siano tutt’ora dentro l’edificio, non è chiaro se tengono in ostaggio dei civili.

Il bilancio parlava di tre vittime. Intervistata sull’accaduto, la portavoce di Save the children, Mariam Attaie, non ha voluto rilasciare altre informazioni sull’accaduto. Le uniche informazioni sulla dinamica dell’accaduto sono giunte quindi da uno dei dipendenti che è riuscito a mettersi in fuga durante l’assalto delle milizie talebane, tale Mohamed Amin, che dall’ospedale in cui è ricoverato ha spiegato quanto segue, come riportato da AgenPress: “C’è stata un’enorme esplosione, sembrava un’autobomba. Ci siamo riparati e abbiamo visto un uomo armato con un lanciarazzi che sparava contro la porta principale per entrare nel recinto”. Stando al suo racconto la situazione è drammatica e potrebbe essere alto il bilancio delle vittime a conclusione delle operazioni di polizia. Al momento non è noto il numero di persone presenti all’interno della sede dell’organizzazione.

F.S.

Fonte: AgenPress

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui