Home Altre News Fabrizio Frizzi: “La mia vita non è più quella di prima”

Fabrizio Frizzi: “La mia vita non è più quella di prima”

CONDIVIDI
fabrizio frizzi
(Wesource/archivio)

Solo tre mesi fa il conduttore de ‘L’Eredità’ spaventava tutti accusando una malore durante la registrazione di una puntata del gioco televisivo. Dopo un periodo di degenza e di silenzio Fabrizio Frizzi è tornato in tv ed ora lotta quotidianamente affinché possa tornare a condurre una vita normale. Per la prima volta da quanto ha accusato il malore, il conduttore ha rilasciato un’intervista al settimanale ‘Tv Sorrisi e Canzoni’ in cui dice che questa prova lo ha reso più conscio dell’importanza della vita: “Le grandi paure rendono tutte le cose più importanti”.

Frizzi spiega al settimanale di gossip che si ritiene fortunato di avere attorno amici e familiari che ci tengono a lui e che senza di loro non sarebbe mai riuscito a superare questo terribile momento. Adesso, più di prima, si rende conto che la vita va vissuta pienamente ogni giorno perché un imprevisto può sempre presentarsi: “Ho sempre avuto la gioia di vivere e di godere la vita momento per momento, l’esperienza brutta che ho dovuto affrontare non ha fatto altro che confermare quello che già sapevo. La vita va goduta, perché non sai mai quello che succede domani”.

In conclusione, il conduttore spiega come ancora non sia tornato tutto alla normalità e che in questo momento sta lottando affinché la sua vita, se non come prima, torni ad essere autonoma, senza bisogno di continui controlli o ritocchi: “Non sono ancora in grado di andare in giro senza essere ‘restaurato’ e quindi con molta umiltà me ne sto a casa, sto con la famiglia e combatto la battaglia quotidiana. Poi durante la settimana per tre o quattro giorni vengo a fare L’Eredità, mi ‘restaurano’, c’è tutto il tempo per farlo, e ho la protezione che mi garantisce la squadra del programma. Non che mi vergogni a farmi vedere con i segni dovuti alle terapie che ho fatto, però preferisco per ora starmene un po’ protetto, perché bisogna ricominciare a esporsi quando si sta bene”.

F.S.