Home Spettacolo Giorgia: “Ho pensato di lasciarmi andare, poi sono rinata”

Giorgia: “Ho pensato di lasciarmi andare, poi sono rinata”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:05
CONDIVIDI

giorgiaGiorgia, come tante persone di successo del mondo dello spettacolo, nasconde dietro alla facciata di personaggio pubblico un lato oscuro. In un’intervista di Silvio Vitelli per il Tg2000, il telegiornale di Tv2000, ha spiegato: “Ho avuto momenti in cui volevo lasciarmi andare, in cui non speravo di farcela. Invece poi la vita è magica, la vita e il cielo, sono energie superiori. Ti senti dare quasi dei calci nel sedere e senti una voce che ti dice ‘devi vivere’… perché sei qua, devi farlo. Poi ci trasformeremo e vivremo altrove. Per rinascere – ha aggiunto Giorgia – devi morire, quindi c’è sempre una sofferenza nel cambiamento o nel rialzarsi ma quella sofferenza è preziosa perché ti dà la linfa. Ognuno ha i suoi pusher di energia che può essere un lavoro, può essere un amore. Nel mio caso io, in realtà, da quando sono diventata mamma ho ripreso tutta una serie di emozioni, entusiasmo, voglia, che nel mio lavoro cominciavo a sentire poco rispetto a quando avevo vent’anni. Ogni mamma è una macchina, io direi che ogni donna è una macchina”.

“Forse questo è un tempo in cui ci vuole molta forza e molto coraggio per avere fiducia nell’altro – ha concluso Giorgia -. Però la fiducia come la fede sono esercizi che si fanno nei momenti difficili. È anche un grande atto di volontà. La fede è anche una scelta, è scegliere di vedere le cose notando che esiste anche una parte sana e salva e su quella bisogna fare leva e forza”.

F.B.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]