Home Lavoro La Servicedent fallisce ma l’amministratrice acquista la Porsche, e i lavoratori sono...

La Servicedent fallisce ma l’amministratrice acquista la Porsche, e i lavoratori sono senza stipendio

CONDIVIDI
Servicedent
(Websource/archivio)

L’azienda Servicedent è andata incontro al fallimento e dallo scorso novembre i suoi 400 dipendenti non ricevono lo stipendio. Questa gravissima situazione non si ripercuote però sui due amministratori straordinari incaricati dalle Prefetture di Milano e Monza. Una di loro, Laura Arosio, non ha affatto pensato di usare tatto e decenza e ha acquistato di recente una costosissima Porsche, vantandosi anche della cosa sui social network. I due manager si sono assicurati una ingente liquidazione, a dispetto di quanto capitato alla Servicedent, che operava nel settore dell’odontoiatria e che già dal 2016 era finita nel baratro con anche l’arresto del suo titolare.

Per la Servicedent è la fine, ma ai due amministratori non interessa

Intanto oltre ai suoi tanti lavoratori rischiano fortemente anche 600 altri professionisti, collaboratori esterni. Ma questo alla Arosio non interessa: lei ha messo le mani su 400mila euro, mentre agli altri dipendenti non sono rimaste nemmeno le briciole: nessuno di loro ha ricevuto nemmeno la tredicesima di dicembre. Ed ora i sindacati chiedono provvedimenti immediati, a cominciare dalla fine del commissariamento della Servicedent, denunciando che i due amministratori straordinari hanno pensato solamente ad arraffare i soldi, senza curarsi delle centinaia e centinaia di persone finite sul lastrico. Una situazione assurda quanto quella dell’uomo che è guarito dalla leucemia in tempo per essere licenziato.

S.L.