Home Politica Botte da orbi alla festa popolare: a processo il sindaco Pd –...

Botte da orbi alla festa popolare: a processo il sindaco Pd – VIDEO

CONDIVIDI

Valerio Lucciarini De Vincenzi, primo cittadino di Offida, in provincia di Ascoli Piceno, è finito nei guai per averla combinata grossa. Nel suo paese, si svolge infatti una festa popolare, il Bove Finto, una sorta di Pamplona, dove però il toro è un fantoccio a cui tutti corrono dietro. La festa è alimentata da fiumi di alcol e lo scorso anno il primo cittadino si è fatto coinvolgere fin troppo. Infatti, ha sferrato dei pugni a due partecipanti, una delle quali era una giovane donna. Quest’ultima, pare a causa di alcune pressioni, ha poi ritirato la querela.

Ma per il “sindaco pugile”, fino a pochi mesi fa vicesegretario del Partito Democratico regionale, tra tre giorni inizia il processo, dovrà rispondere dell’accusa di lesioni con l’aggravante dei futili motivi. Peraltro, dai filmati emersi in questi mesi, sembra che non ci sia stata alcuna rissa e che il ferimento dei due partecipanti alla festa sia avvenuto in due momenti separati. Il primo cittadino, che è anche presidente dell’Unione dei Comuni della Vallata del Tronto e secondo alcuni pronto alla candidatura alla Camera, ha spiegato al ‘Fatto Quotidiano’: “Non ricordo nulla. Nessuno mi crederà, ma tutto dipende da un medicinale a base di erbe contro la psoriasi. Ha triplicato gli effetti dell’alcol, perché… avevo bevuto”.

“Io di solito non bevo un goccio, non mi drogo. Questo è il problema”, ha poi aggiunto, ammettendo: “Sì, è successo. Ma non ricordo niente”. Il sindaco dice peraltro che la questione si sarebbe risolta ben prima dell’inizio del processo: “Ho già chiesto perdono a tutti. Ma ora farò altri atti esemplari per dimostrare che sono pentito dei miei errori. Con il ragazzo siamo già diventati amici. E la donna ha ritirato la querela”. Sta di fatto che anche il paese si divide e una scazzottata – anzi due – di quel tipo non fanno certo onore a un primo cittadino.

GUARDA VIDEO

GM