Home News dal mondo Trova il figlio inerme nel letto, coperto di rigurgito nero

Trova il figlio inerme nel letto, coperto di rigurgito nero

CONDIVIDI
vomito
(Websource/archivio)

Va a svegliare il figlio per portarlo all’asilo e lo trova apparentemente privo di vita nel suo lettino, coperto di vomito nero. Paura e terrore per una mamma nel Regno Unito, ad Hull, contea dell’East Riding of Yorkshire. 

Leanne Smith, in preda al panico ha trovato il figlio di tre anni immobile e ricoperto di vomito nero dopo aver sviluppato un problema intestinale potenzialmente mortale. La donna temeva che suo figlio Freddie fosse stato punto da un insetto fino a quando il ragazzo non ha iniziato a perdere sangue. La mamma preoccupata, non ha esitato a chiamare il pronto intervento (999) e di corsa la piccola creatura è stata portata in ospedale, al pronto soccorso pediatrico dell’Hull Royal Infirmary. Dopo accurati controlli, i medici hanno scoperto che parte dell’intestino si era rovesciato. Passate solo 3 ore, Freddie è stato sottoposto ad un intervento chirurgico di emergenza per riparare l’intestino stesso, ma ha avuto bisogno di una seconda operazione a causa della intussuscezione sviluppatasi di nuovo, come riporta il Daily Mail. Da sapere che l’intussuscezione è una grave condizione medica, che richiede un trattamento tempestivo se si vuole evitare il peggio (blocco intestinale seguito da perforazione intestinale). Più precisamente è il fenomeno per cui una porzione di intestino scivola all’interno di un’altra porzione di intestino immediatamente adiacente. 

La vita di Freddie è stata davvero in pericolo. Leanne ha raccontato tutto il suo orrore da quando lo ha trovato in quelle condizioni nella sua camera da letto fino al trasporto in nosocomio. Ha detto: “Era molle e floscio, era senza vita e per me era terrificante”. La donna ha fatto immediatamente una telefonata a suo marito, Phil, che è tornato da lavoro con estrema fretta. Questa diagnosi è riscontrata principalmente nei bambini di età compresa tra i 18 mesi e i tre anni, in cui un segmento dell’intestino si rovescia e provoca l’ostruzione intestinale. Attimi di puro sconforto per una mamma che vede in bilico la vita del piccolo figlio, e la stessa Leanne ha dichiarato: “Aveva dei cavi ovunque. Era un bimbo molto felice e in buona salute, non stava mai fermo, mai seduto”. E racconta quegli attimi tremendi in attesa del riscontro dei medici sull’intervento in atto: “Abbiamo solo continuato a pensare a cosa avremmo fatto e cosa gli sarebbe successo”. 

I medici ritenevano che il problema fosse causato da linfonodi infiammati causati a loro volta da un’infezione nel corpo di Freddie, quindi hanno iniziato a trattarlo con antibiotici e pian piano si è diretto verso la guarigione. Poco più di una settimana dopo, il bimbo è stato autorizzato a lasciare l’ospedale e a tornare così a casa per iniziare i preparativi per Natale. I genitori hanno ringraziato tutti, il personale di Hull e East Yorkshire Hospitals NHS per i loro sforzi nel salvare il figlio. “Sono stati stupefacenti, si prendevano cura di lui come se lo amassero anche se era solo un ragazzino a caso. Un’infermiera ha persino telefonato in reparto nei suoi giorni liberi per sapere come stava, in particolare quando lui era veramente malato”. Una mamma a cui è tornato il sorriso e non vuole smettere di ringraziare: “Ogni singola persona che ha avuto a che fare con noi è stata fantastica. Un messaggio speciale deve andare alla signorina B (consulente chirurgo pediatrico, Sanja Basaraic), che è riuscita a scoprire cosa c’era che non andava in lui la seconda volta e lo ha salvato”.

GVR