Home News dal mondo Anziani separati dopo 69 anni: “Sarà il peggior Natale mai vissuto”

Anziani separati dopo 69 anni: “Sarà il peggior Natale mai vissuto”

CONDIVIDI

anziani coniugi separati

Una coppia che vive insieme da ben 69 anni non potrà trascorrere il Natale insieme, e per i suoi componenti sarà la prima volta in assoluto dopo tutto questo tempo. Hebert Goodine ha 91 anni ed è sposato praticamente da una vita con Audrey Goodine, di 89. Da un certo periodo entrambi vivono in una struttura che fornisce loro la necessaria assistenza clinica, data l’età avanzata di entrambi. Purtroppo però l’uomo è stato spostato in una casa di cura giusto qualche giorno fa, e questo significa che non potrà restare al fianco della sua compagna di sempre. Il fatto è accaduto in Canada, nella località di New Brunswick. A parlare pubblicamente della vicenda è stata la loro figlia, Dianne Phillips, e la vicenda dei due coniugi separati per forza di cose ha fatto il giro del mondo grazie ai social network. La donna svela di aver visto sua madre piangere a causa di questa triste notizia, e ha parlato del “Natale peggiore di sempre” per la sua famiglia. Dianne si chiede poi perché i responsabili medici hanno deciso di fare una cosa simile proprio immediatamente prima di uno dei momenti più importanti dell’anno. “Non potevano aspettare che terminassero le festività?” si domanda.

Anziani coniugi separati, non è stato possibile evitare questo

La struttura però ha risposto a questo interrogativo, dicendo che tutto ciò è stato fatto seguendo i dettami stabiliti dalla legge: “Occorre trasferire nel luogo di cura più idoneo, nel momento in cui un individuo non è più autosufficiente”. Era stata proprio la figlia di Hebert ed Audrey la prima ad essere informata di questa necessità, con una telefonata giunta venerdì scorso da parte del dipartimento provinciale. L’anziano ha bisogno di cure più specifiche dopo che le sue condizioni di salute sono peggiorate. Non è stato nemmeno possibile rinviare la faccenda di una settimana, ed ora l’uomo è stato portato a circa 45 minuti di distanza dalla sua amata moglie. Sempre i responsabili della struttura si dicono dispiaciuti per quanto accaduto e parlano di tempistiche temporali decisamente sfortunate, ma la scelta di spostare Hebert resta ed è stata presa per il suo bene. A Natale succede questo ed anche altro.

S.L.