Home Cronaca Catania, la setta degli orrori: abusate molte bambine

Catania, la setta degli orrori: abusate molte bambine

CONDIVIDI

settaAnche la trasmissione tv Le Iene si è occupata della comunità pseudo religiosa di Catania nella quale venivano perpetrate quotidiane violenze sessuali ai danni di bambine e bambini, spesso con la complicità o la connivenza dei genitori dei piccoli. A capo di questa setta c’era  Piero Alfio Caruana, bancario in pensione di 73 anni, che aveva assunto il ruolo di vero e proprio “santone”. Proprio lui, secondo gli inquirenti, avrebbe abusato di ragazzine di età compresa tra 11 e 15 anni. L’uomo aveva convinto le madri che non si trattava di violenze sessuali, ma di atti di purificazione “compiuti da un angelo reincarnato”.

Le Iene hanno intervistato una delle vittime che ha fornito un racconto da brividi: “Durante un rapporto aveva bisogno di qualcuno che allargasse le parti femminili, perchè era troppo grasso e non era in grado. Amava venire nelle nostre bocche. Lui inizia a prendermi la mano e mi chiede se ero disposta a tutto per stare vicino all’amico di Gesù e ho detto sì. Poi baciava tutte le ragazze presenti che avevano dagli 11 ai 25 anni. Io avevo delle perplessità ma poi Fabiola (55 anni, una delle delle complici arrestate dalla polizia) mi ha detto che è come un nonno che bacia le nipoti. Siamo andati nella studio – racconta – mi guarda e mi dice togliti la maglietta, io non volevo, gli ho detto sono troppo iccola per fare queste cose. Gli ho detto no, lui si è arrabbiato e ha fatto chiamare Fabiola. Lei arriva e mi dice che era tutto normale, che non c’era niente di male. Allora mi sono tolta la maglietta , mi baciava, mi toccava il seno, ma se lo faceva con tutte non poteva essere male”.

Fabiola, una delle complici del santone, aveva convinto la madre che la bambina riceveva questo trattamento perché era una delle prescelte. “Sarebbe morta mia mamma mi dicevano – ha raccontato un’altra vittima abusata a 13 anni – mi fece credere che se lui poteva completare il suo rapporto con me, sarebbe andato tutto bene. Tutti eseguivamo cosa ci chiedeva, lo masturbavamo, avevamo rapporti orali completo”

Oltre al santone sono state arrestate anche tre sue complici: Katia Concetta Scarpignato, di 57 anni, Fabiola Raciti, di 55, e Rosaria Giuffrida, di 57. Indagati per favoreggiamento, ma in stato di libertà Domenico Rotella, marito di Rosaria Giuffrida, una delle tre donne arrestate; un sacerdote, padre Orazio Caputo; e l’ex presidente dell’Associazione Cattolica Cultura ed ambiente” di Aci Bonaccorsi, Salvatore Torrisi.