Ancora una volta un asilo, luogo di gioia, felicità e spensieratezza per eccellenza, si era trasformato in un vero e proprio incubo per dei poveri bambini di soli 3 anni. Una delle loro maestre, una donna di 50 anni con una lunga esperienza alle spalle, li picchiava e li terrorizzava quotidianamente, come riportato da La Repubblica. Le sue vessazioni sono state riprese dagli inquirenti per oltre 40 giorni fino a quando gli agenti hanno provveduto all’arresto in flagranza di reato.

Nel comunicato della polizia si parla di “ripetute condotte violenti (spinte, schiaffi, strattonamenti, urla) tenute dalla maestra, denotando incapacità nel gestire i piccoli alunni durante l’orario scolastico, nonché assenza totale di metodo educativo, mancanze cui la stessa ha tentato di sopperire con aggressività e violenza, sia fisica che psicologica”.

Uno dei video diffusi dalla polizia e pubblicato da Il Fatto Quotidiano mostra l’orrore compiuto in quelle aule d’asilo. Nel breve filmato si vede la donna sollevare di peso un bambino e buttarlo violentemente su una sedia, la si vede rincorrere i piccoli come una pazza. Un bimbo tenta di proteggersi con le mani e nella concitazione di quella disperata difesa cade all’indietro rischiando anche di sbattere la testa contro il muro. Insomma l’orrore indicibile, inspiegabile, incomprensibile si ripete e continua a destare incredulità. Qualche giorno fa tre maestre di Vercelli erano state arrestate, anche loro incastrate da un video davvero difficile da vedere perché il pensiero della paura e del terrore che devono aver provato quei piccoli, quelle anime innocenti è veramente inimmaginabile.

F.B.

Fonte: Il Fatto Quotidiano, La Repubblica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui