Formia, la paziente non si sveglia dall’intervento. Il medico balla e si fa un video

Fonti ed evidenze: Repubblica, Fanpage

Un medico si è fatto un video mentre ballava in sala operatoria con,  lì davanti, la paziente ancora addormentata dopo l’intervento chirurgico.

Ciò che rende la scena non solo assurda ma anche inquietante è che il medico fosse già imputato  per omicidio colposo per la morte di un’altra paziente.

Medico balla in sala operatoria
Balli e video in sala operatoria/ archivio web-Leggilo

È accaduto nella sala operatoria della clinica Costa di Formia, in provincia di Latina. Un medico anestesista ballava mentre davanti a lui c’era la paziente addormentata per un intervento chirurgico. Non contento, il dottore non si è limitato a ballare ma si è fatto un video con lo smartphone. L’accaduto, che sfiora il grottesco, diventa inquietante in quanto si tratta dello stesso professionista imputato per omicidio colposo per il caso di un’altra paziente deceduta. Nei suoi confronti pende la responsabilità, ancora da accertare in via definitiva, della morte di Mariachiara Mete, una ventunenne che nella medesima struttura si era sottoposta ad una rinoplastica, un intervento per correggere forma e dimensioni del naso. Ma non è ancora tutto: la clinica in questione è al centro di un altro processo per truffa a danni della Regione Lazio.

Indagato per la morte di una paziente 

Medico balla in sala operatoria
Il medico è già indagato per la morte di un’altra paziente/ archivio web-Leggilo

I  fatti che portarono alla morte di Mariachiara Mete  risalgono al mese di giugno del 2014, quando la giovane si era rivolta alla struttura per alcuni interventi al naso. Per l’accusa l’anestesista è responsabile del suo decesso per negligenza e imperizia. Il medico, da quanto emerso, aveva infatti somministrato alla paziente atropina ed efedrina al posto di adrenalina, a seguito di un arresto cardiocircolatorio. Le avrebbe inoltre praticato il massaggio cardiocircolatorio in ritardo e in modo sbagliato. La paziente, in condizioni gravissime, fu poi trasferita all’ospedale Dono Svizzero di Formia e poi al Santa Maria Goretti di Latina ma non ci fu  nulla da fare per salvarla. Dopo alcuni giorni di agonia la giovane si spense. Il processo nei confronti dell’anestesista chiamato a rispondere di questa vicenda deve ancora iniziare ma lui, nel frattempo, balla e fa video. Purtroppo le tragedie negli ospedali, ultimamente, stanno emergendo in misura importante. Recentemente è deceduta una giovane donna che era stata dimessa per tre volte dall’ospedale.