Scende dall’auto al momento sbagliato “Dio mi ha tolto Valentina, la vita non ha più senso”, dice la mamma

Fonti ed evidenze: Gazzetta del Sud, Stampa

Tragedia a Reggio Calabria. Una bambina di 10 anni è morta sotto gli occhi della mamma e del compagno. Nessuno ha potuto fare nulla per salvarla.

La piccola vittima si chiamava Valentina. Il dramma si è verificato  sulla A2 all’altezza dello svincolo di Bagnara, in provincia di Reggio Calabria.

Bambina uccisa a Reggio Calabria
La bambina uccisa con la madre/ archivio web-Leggilo

La bambina  era in viaggio sull’autostrada, in direzione Nord, assieme alla mamma e al compagno di lei, tutti residenti a Reggio Calabria. I tre viaggiavano a bordo di una Audi A3. Ad un certo punto, a causa di un guasto, è iniziato ad uscire del fumo dal cofano della vettura. Non riuscendo ad arrivare alla piazzola e per paura che l’auto prendesse fuoco, il compagno della mamma di Valentina è stato costretto a fermarsi nella corsia d’emergenza. La bambina è scesa dal lato sinistro dove, proprio in quel momento, arrivava una Renault Clio guidata da un uomo di 60 anni originario di Oppido Mamertina. L’uomo non è riuscito a frenare in tempo e ha travolto la piccola. L’impatto è stato così violento da non lasciare scampo alla bambina che è morta sul colpo sotto gli occhi della madre e del fidanzato. Gli agenti della polizia stradale di Palmi e i medici del 118, intervenuti immediatamente, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della bimba. Sul luogo dell’incidente è stato necessario l’intervento anche dei Vigili del fuoco che hanno spento il principio di incendio dell’Audi. La mamma della piccola vittima, la signora Francesca, su Facebook ha dato sfogo alla sua disperazione: “Dio mi ha tolto la cosa più bella che avevo. La mia vita ora non ha più senso”.

Il conducente accusato di omicidio stradale

Bambina travolta e uccisa a Reggio Calabria
Quando i soccorritori sono arrivati la bimba era già morta / archivio web-Leggilo

In attesa che le indagini accertino se c’è stata la responsabilità di qualcuno, l’automobilista alla guida della Renault è stato iscritto nel registro degli indagati per omicidio stradale. Un atto dovuto, prima delle opportune verifiche, per consentire all’uomo di farsi assistere da un legale. Sarà da appurare la velocità tenuta e se si trovasse sotto l’effetto di droghe o alcool in quel momento. Sulla tragedia è intervenuta il sindaco di Termini Imerese dove la bambina viveva con la madre. In un post pubblicato sui social il primo cittadino del paese ha scritto: “La morte della piccola Valentina ha fortemente scosso tutta Termini Imerese. Abbracciamo, con amore, la famiglia. Gli eventi di intrattenimento musicale previsti, per questa sera, in Piazza Duomo, sono annullati”. Il giorno dei funerali sarà proclamato il lutto cittadino. Poco più di dieci giorni fa, a Foggia esattamente il pomeriggio di Natale, un altro bimbo di 8 anni è stato travolto e ucciso da un’automobile dopo essere sceso dalla vettura del papà per salutare un cuginetto.