Lavatrice: il trucco che devi sapere sul sapone

0
30

Lavatrice, il trucco che devi sapere sul sapone: ci avevi mai pensato? Ecco come fare per avere un miglior risultato e risparmiare.

Tra i vari elettrodomestici presenti nel nostro appartamento la lavatrice, dopo il frigorifero, è sicuramente uno dei più usati; specie nelle famiglie più numerose, lavare i panni è all’ordine del giorno.

lavatrice trucco sapone
Come fare per dosare al meglio il sapone (foto: Pixabay).

Ma vi siete mai chiesti come risparmiare sull’utilizzo del sapone, senza comunque rinunciare al profumo e alla pulizia? Ecco come fare per dosare bene il detersivo, forse non ci avevi mai pensato.

Lavatrice, il trucco che devi sapere sul sapone: ecco come fare per dosarlo bene

Oltre il consumo di acqua ed elettricità, il lavaggio in lavatrice presuppone una determinata quantità di detersivo per lavare i panni, a cui si aggiunge quasi sempre l’ammorbidente o altri prodotti da inserire direttamente nel cestello.

Non sempre, poi, utilizzare una maggior quantità di detersivo è sinonimo di miglior lavaggio, anzi; molto spesso, come riporta GreenMe, l’uso di dosi eccessive porta un risultato peggiore, oltre che contribuire agli sprechi (anche a livello economico), all’usura della lavatrice e all’inquinamento.

Mettere nel cassettino la giusta dose risulta quindi fondamentale, per evitar che il detersivo rimanga sui vestiti (contribuendo ad allergie e irritazioni cutanee) o vada ad intasare la lavatrice influendo negativamente sul lavaggio in corso o in generale sul suo funzionamento.

La quantità da utilizzare dipende dal carico della lavatrice; meno è pieno il cestello, meno detersivo è necessario, così come ne basta meno con tessuti delicati come lino e seta.

Altri fattori che influenzano sono le macchie presenti sui vestiti e la durezza dell’acqua, ovvero la  quantità di sali (principalmente di calcio e magnesio) disciolti nell’acqua stessa.

lavatrice trucco sapone
(foto: Pixabay).

L’acqua con valori tra 0 e 15°f (misurazione in gradi francesi) è considerata dolce, mentre dai 30°f in su si parla di acqua dura; più dura è l’acqua, maggiore deve essere la quantità di detersivo.

Per controllare i valori di sali nell’acqua del nostro appartamento possiamo recarci semplicemente sui siti della società che si occupa del servizio idrico nella nostra città di residenza, oppure contattarli direttamente.