Antonio ballava sul pozzo per festeggiare i 40 anni, ma la lastra ha ceduto

0
138
Fonti ed evidenze: Messaggero, Fanpage

Un tragico incidente si è portato via Antonio proprio mentre stava festeggiando il suo 40esimo compleanno.

Antonio Andriani – manager conosciuto e apprezzato – stava brindando e ballando per festeggiare i suoi 40 anni. Un traguardo importante nella vita di ogni persona. Un tragico incidente lo ha portato via proprio nel mezzo della festa.

 

 

L’uomo, poco dopo aver stappato lo champagne e brindato con amici e parenti, si è messo a ballare sopra ad un pozzo: la lastra che copriva la buca ha ceduto facendolo cadere nel vuoto per oltre 25 metri. Gli amici e i familiari non hanno potuto fare altro che assistere inermi a quella scena agghiacciante. Hanno subito allertato i soccorsi ma quando il corpo di Antonio è stato recuperato dal pozzo era troppo tardi,non c’era più nulla da fare. Antonio Andriani era originario di Molfetta, in provincia di Bari. Aveva lasciato la Puglia per trasferirsi nella città siciliana, dove dirigeva la Biosalius Trapani, azienda che si occupa della commercializzazione di dispositivi di depurazione e di aria pulita.

La festa era stata organizzata in una villetta di Erice, nel trapanese. Doveva essere una serata speciale non solo per il traguardo dei 40 ma anche perché nel luglio di undici anni fa aveva sconfitto un tumore.  La copertura del pozzo, che si trovava nel piazzale di fronte all’ingresso della villetta dove a quel punto della serata gli invitati si erano spostati era rialzata da terra di una ventina di centimetri. All’improvviso, la lastra che era fissata sopra alla buca ha ceduto sotto il peso di Antonio, forse anche a causa dei suoi movimenti al ritmo della musica. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e i Vigili del Fuoco, si è reso necessario anche l’intervento dei sommozzatori. Le operazioni sono finite soltanto dopo le 4 del mattino: Antonio è stato portato fuori, dove gli amici e i familiari avevano aspettato col fiato sospeso ma il 40enne era già deceduto. Sembrerebbe che sia morto sul colpo. Poche ore prima sui suoi profili social aveva scritto che dopo aver sconfitto quel maledetto cancro, quella sera avrebbe brindato alla vita. “Ho avuto paura ma ho combattuto e ce l’ho fatta. Oggi lo racconto e festeggio”. Purtroppo le vittime dei pozzi sono sempre tante e, per la maggior parte, bambini. Di recente un bambino sordomuto è caduto ed è rimasto imprigionato in fondo ad un pozzo per ben cinque giorni.