Basilico: se l’annaffi così muore, ecco il trucco

0
30

Ecco come prenderti cura del tuo basilico e annaffiarlo nel modo giusto per evitare che si appassisca e muoia

L’essere umano è naturalmente portato per il pollice verde. Questo perché proveniamo comunque da epoche in cui eravamo a stretto contatto con la natura, imparandone molti segreti e, soprattutto, strategie per ottenere il meglio da essa per la nostra sopravvivenza e alimentazione.

(Pixabay)

Negli anni, infatti, abbiamo affinato tecniche di coltivazione che di generazione in generazione si tramandano con successo. Proprio per questo oggi abbiamo grandi conoscenze che ci permettono di coltivare piccole piantine anche sul balcone di casa. Ecco, quindi, alcuni consigli su come annaffiare il basilico e prendersene cura evitando che muoia.

Come annaffiare il basilico

Il basilico è certamente una delle piante aromatiche più conosciute e apprezzate nella cucina italiana. Facile da coltivare e dal profumo deciso, il basilico è spesso coltivato sui balconi di casa. Non c’è niente di meglio, infatti, che avere pronta una piantina pina di foglioline profumate per i nostri piatti.

Tuttavia, a volte non va come vorremmo e la tendenza spesso è quella di tralasciare le cura della nostra piantina di basilico e vederla morire senza saperne il motivo. Spesso, però, il trucco sta proprio nel mondo in cui le diamo dell’acqua: ecco, quindi, come annaffiare il basilico.

Per far crescere la nostra piantina di basilico fresca e rigogliosa è infatti fondamentale tenere sotto controllo il modo in cui l’annaffiamo. Se lo facciamo nel modo sbagliato, infatti, potremmo assistere all’ingiallimento delle foglie e al loro marcire.

(Pixabay)

Ecco, quindi, come annaffiare il basilico. Cominciate sistemando il vaso in un luogo abbastanza arieggiato e in penombra. Nel caso in cui ci siano delle foglioline di basilico ingiallite è necessario toglierle, ma fate attenzione a non rovinare l’intera pianta.

Se volete optare per una soluzione efficace, cercate di realizzare della pacciamatura, mettendo un po’ di paglia direttamente sul terreno presente nel vaso, in modo da non farlo entrare in contatto con le foglie ed evitare che marciscano.

Per quanto riguarda l’acqua: ecco come annaffiare il basilico. Nel caso di giornate calde e afose, cercate di annaffiare il basilico almeno due volte al giorno. Se intendete capire se c’è bisogno di acqua, toccate il terreno e, se risulterà essere secca, allora servirà dell’acqua,

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui