Osteoporosi; ecco quanto latte o formaggio dovresti assumere dopo i 50 anni

0
63

Ecco quanto latte o formaggio dovresti assumere dopo i 50 anni se soffri di osteoporosi. Un consiglio utile per le tue ossa fragili

latte.formaggio_leggilo.org_05.03.2022
(foto: Pixabay)

L’osteoporosi è una malattia che colpisce in particolar modo l’apparato scheletrico, andando ad inficiare la funzionalità e la resistenza delle ossa. Soffrire di questa malattia, infatti, fa sì che le nostre ossa risultino sempre più fragili, a causa della minore densità minerale.

In Italia è una malattia molto diffusa che, molto più spesso, colpisce soprattutto le donne. In questo articolo vogliamo provare a dare un consiglio riguardo l’alimentazione, fondamentale per una corretta prevenzione. Ecco, quindi, quanto latte o formaggio dovresti assumere dopo i 50 anni se soffri di osteoporosi.

Quanto latte o formaggio dovresti assumere se soffri di osteoporosi

Secondo il Ministero della Salute italiano, sono circa 5 milioni le persone nel nostro Paese che soffrono di Osteoporosi. Si tratta di un numero estremamente elevato, che trova la sua gravità in un dato estremamente interessante: l’80% percento delle donne in menopausa soffrono di questa patologia.

Dunque, la prevenzione gioca un ruolo fondamentale nel combattere, prima che si manifesti, questa malattia. L’alimentazione, anche in questo caso, è importantissima per la nostra salute: ecco quanto latte o formaggio dovresti assumere dopo i 50 anni se soffri di osteoporosi.

Il consiglio, oltre a quello di condurre una vita sana e una dieta equilibrata, è quello di assumere alimenti particolarmente ricchi di calcio, utile a rafforzare e sostenere le ossa. Tra questi, vi sono ovviamente:

  • Latte e derivati;
  • Legumi
  • Acqua molto ricca di calcio;
  • Pesce azzurro, polpo, gamberi;
  • Broccoli, rucola, cavolo;
  • Frutta secca.

A dare ancora più chiarezza su quella che dovrebbe essere la nostra dieta in funzione di prevenzione dell’osteoporosi è la Società Italiana di Nutrizione Umana. Questa, infatti, fornisce le quantità raccomandate di calcio che dovrebbero essere assunte giornalmente:

Secondo la società. Tra gli 11 e i 17 anni si dovrebbero assumere tra 1,2 e 1,3 grammi di calcio al giorno. Tra i 18 e i 59 anni, l’assunzione di calcio giornaliera dovrebbe oscillare tra 1 e 1,2 grammi al giorno. Mentre, dopo i 60 anni, l’apporto giornaliero di calcio dovrebbe essere di 1,2 grammi.

latte.formaggio_leggilo.org_05.03.2022
(foto: Pixabay)

Tuttavia, non è così semplice rispettare l’apporto di calcio giornaliero, in quanto il calcio di origine vegetale è difficilmente assimilabile dal nostro organismo. Dunque, ecco quanto latto o formaggio dovresti assumere dopo i 50 anni se soffri di osteoporosi.

Se il nostro obiettivo è quello di assumere 1,2 grammi di calcio al giorno, potremmo pianificare la nostra alimentazione in questo modo. Partendo dalla colazione, mangiamo uno yogurt che ci fornirà 0,14gr di calcio. A pranzo, condiamo la pasta con 2 cucchiaini di formaggio grattugiato (0,25gr).

Possiamo proseguire a metà giornata con uno spuntino di 50gr di formaggio semi-stagionato, come ad esempio la groviera: 0,5gr. Inoltre, potremmo arricchire la nostra dieta con 125 grami di salmone (0,08gr) e andare a letto bevendo un bicchiere di 100ml di latte.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui