Festeggiamenti per la vittoria del Napoli, nessun commento da De Luca

0
2

Il Governatore attaccato anche dal Sindaco di Napoli e da Giorgia Meloni. Il PD lo difende. De Luca risponde all’ex Ministro dell’Interno definendolo un somaro. 

Salvini: "Festeggiamenti Napoli? Dov'era De Luca con il lanciafiamme?" e De Luca lo chiama somaro - Leggilo.org

Lo scontro a distanza – e piuttosto acceso – tra il leader della Lega Matteo Salvini e il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca si colora di una nuova pagina e, stavolta, parte dalle polemiche sugli assembramenti dovuti ai festeggiamenti dopo la vittoria del Napoli di mercoledì sera contro la Juventus in finale di Coppa Italia. Caroselli e cortei che hanno finito inevitabilmente per stralciare le regole di distanziamento sociale. Episodio che ha indispettito anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità, con il Direttore Aggiunto Ranieri Guerra, che ha parlato di “Comportamenti sciagurati”. Sul caso era intervenuto anche il Senatore leghista. Come spiega HuffingtonPost, Salvini, ospite di “Mattino Cinque”, ha lanciato una stoccata al Governatore campano: “Mi domando dove era il signor De Luca, quello che era pronto a usare il bazooka contro i milanesi e gli italiani che andavano in giro per la Campania. Forse ieri De Luca si era addormentato”.

L’ex Ministro dell’Interno si riferisce chiaramente al famoso video del lanciafiamme con cui De Luca minacciava i neo-laureati che avrebbero voluto festeggiare in piena pandemia e all’opposizione del Governatore alla riapertura dei confini della Regione Lombardia, il 3 giugno scorso. Mentre il Partito Democratico ha difeso a spada tratta l’ex Sindaco di Salerno, a polemizzare con De Luca è anche il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Il Primo Cittadino ironizza sulla questione: “Evidentemente si è scaricato anche il lanciafiamme di De Luca…”. Sulla vicenda è arrivato a stretto giro anche il commento del leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. Come spiega Adnkronos, la deputata romana ha lanciato il suo affondo contro il Governatore: “De Luca voleva andare con il lanciafiamme alle comunioni, forse ieri non è stato molto previdente, non ho visto un suo video, forse ha pensato che non era utile per la campagna elettorale”.

Sullo sfondo – lo si può intuire andando poco oltre la retorica – ci sono le elezioni regionali in Campania previste per il prossimo settembre. E’ certamente complicato non notare il silenzio di De Luca che in altre circostanze non avrebbe mancato di stigmatizzare certi comportamenti. Il buio in cui si il Governatore si è nascosto per tutta la notte dei festeggiamenti a Napoli, è stato dunque un’occasione ghiotta per gli avversari. Solo dopo 48 ore De Luca ha deciso di intervenire con un post social su Facebook: “Daremo domani, senza fretta, una risposta congrua a un somaro geneticamente puro” ha detto riferendosi a Salvini. Poi fa i complimenti alla squadra, ma nessun commento sugli assembramenti arriva. Per quelli si dovrà attendere il post-elezioni.

Daremo domani, senza fretta, una risposta congrua a un somaro geneticamente puro. Per il resto, parlando di cose…

Pubblicato da Vincenzo De Luca su Giovedì 18 giugno 2020

 

 

Mario Cassese

 

Fonte: HuffingtonPost, Adnkronos, Pagina Ufficiale Vincenzo De Luca

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui