Migranti: crollo degli sbarchi nel 2019 ma da settembre sono tornati ad aumentare

0
1

I dati del Viminale confermano che, da settembre ad oggi, gli sbarchi sono tornati ad aumentare. Il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese smentisce ma i numeri confermano quanto sostenuto dal Centrodestra.

Luiciana Lamorgese, sbarchi dimezzati - Leggilo.Org
Il Ministro Lamorgese, titolare del Dicastero che è stato di Matteo Salvini – Leggilo.Org

“Questo è proprio il Governo di tasse, manette e sbarchi. Si ricordano di Taranto solo quando c’è da far sbarcare altri migranti. mentre quando si tratta dell’Ilva allora scompaiono tutti”. Queste – riferisce Askanews – le dure parole dell’ex Ministro dell’Interno Matteo Salvini verso il nuovo esecutivo giallorosso. E l’ennesimo episodio che ha scatenato le ire del segretario del Carroccio è stato lo sbarco della Ocean Viking, della Ong francese Sos Mediterrane avvenuto  a Taranto.  Il nuovo Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ribadisce che il 2019 si chiuderà in positivo per l’Italia: meno sbarchi e un’Europa disposta ad aiutarci in seguito all’ Accordo di Malta. E, in effetti, i dati, di primo acchito sembrano dare ragione al Ministro Lamorgese: in tutto il 2019 sono sbarcati in Italia solo 11.225 migranti, contro i 23.187 del 2018 e i 118.914 del 2017. Ma quel che Lamorgese non specifica è che il drastico calo degli sbarchi si è registrato tra gennaio e agosto 2019, mesi in cui al Governo c’era la Lega. Mentre a partire da settembre, mese del suo insediamento al Viminale, la curva è tornata a crescere.
Da settembre, quando si è insediato il governo Conte bis, fino al 15 dicembre sono arrivati 5.962 migranti, a fronte dei 3.293 dello stesso periodo dell’anno scorso.

Questo induce a pensare che se il trend torna a salire, il 2020 potrebbe registrare un numero di sbarchi simile al 2017. Il senatore leghista Matteo Salvini ha proseguito: “Non si capisce se al Governo siano incapaci oppure complici”. Dal canto suo la nuova inquilina del Viminale, il Ministro Luciana Lamorgese ha chiarito più volte la sua linea in fatto di politiche migratorie. E’ sua ferma intenzione superare i Decreti sicurezza varati dall’esecutivo gialloverde, far chiudere in centri in Libia e incentivare le partenze verso le coste italiane. In tal senso, appropriandosi di competenze che, fino a poco tempo fa spettavano al Ministro degli Esteri, ha già indetto bandi per finanziare le Ong. E per quanto concerne i ricollocamenti? Purtroppo anche qui i dati smentiscono quanto dichiarato dal Ministro Luciana Lamorgese. E’ pur vero che parte dei migranti sono stati ricollocati in Europa. Ma – come ha riportato Il Giornale – dei 262 immigrati accettati da altri Paesi Ue, solo poche decine sono state individuate tra le persone sbarcate in Italia durante il governo giallorosso. Tutti gli altri riguardano intese precedenti raggiunte quando al Viminale c’era l’ex Ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Fonte: Il Giornale, Askanews.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui