Home Cronaca Manuel non camminerà mai più. Il padre: “Non ha pianto”

Manuel non camminerà mai più. Il padre: “Non ha pianto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:30
CONDIVIDI

“Abbiamo sparato per sbaglio”. Manuel, tre colpi, si accascia a terra. E non si alzerà in piedi mai più – VIDEO

Manuel Bortuzzo, il giovane di soli 19 anni ferito alla gamba da un colpo di pistola ad Ostia, vicino Roma, ha saputo la verità

Manuel Bortuzzo non camminerà più

Manuel Bortuzzo si trovava con la fidanzatina davanti a un distributore elettronico di sigarette, il 3 Febbraio, quando d’improvviso è stato colpito alle gambe da tre colpi di pistola. A sparare, due ragazzi su un motorino, subito corsi via a tutta velocità. Oggi, i due hanno un nome. Si chiamano Lorenzo Marinelli, 24 anni, e Daniel Bazano, di 25, e ieri sera si sono presentati spontaneamente, accompagnati dai loro legali, in Questura, come riportato da Adnkronos.

Abbiamo sparato per sbaglio, siamo distrutti. Manuel deve avere giustizia ed è per questo che siamo qui. E’ stato un tragico errore“, hanno detto i due giovani, molto amici, originari di Acilia.  Al temine dell’interrogatorio Marinelli e Bazzano sono stati fermati con l’accusa di tentato omicidio e porto abusivo d’arma. L’avvocato del primo, Alessandro De Federicis, ha fatto sapere che a sparare sarebbe stato proprio il suo assistito, mentre Bazzano guidava lo scooter.

“Non volevano colpire, alla fine di una rissa un un locale avevano ricevuto delle minacce e temevano che delle persone si rifacessero sotto, quindi giravano in motorino con una pistola”, ha spiegato ancora il legale, aggiungendo che i due ragazzi sono molto provati per quanto accaduto.

Vogliamo chiedere scusa alla famiglia di Manuel con una lettera che manderemo ai genitori”, hanno fatto sapere i ragazzi attraverso i loro legali.

Intanto, la vittima, giovane promessa del nuoto agonistico, che ha partecipato al trofeo Settecolli 2018 al Foro Italico gareggiando nei 400 stile libero, ora è ricoverato al San Camillo di Roma. Ma le diagnosi parlano chiaro e per i  medici non ci sono speranze. “Lesione midollare completa”, è la tragica diagnosi che ha stabilito il futuro di Manuel. “Non potrà più camminare, gliel’abbiamo detto, è cosciente ma non ha pianto. Ha detto alla mamma di farsi forza, è molto forte e si riprenderà”, ha detto il padre di Manuel.

Al ragazzo è arrivato il sostegno di personaggi noti, come la campionessa olimpica Federica Pellegrino, e del Ministro dell’interno e Vicepremier Matteo Salvini che ha commentato l’accaduto: “Grazie alle Forze dell’Ordine per il consueto impegno e l’alta professionalità. Gli infami che hanno sparato a Manuel Bortuzzo devono marcire in galera”, aveva scritto.

Intanto, giungono voci dalla camera d’ospedale dove si trova il ragazzo che per ora non si perde d’animo. Per lui, ora, una gara più importante di quelle in acqua. Il traguardo è più difficile, più arduo e più doloroso. Ma ora, non si può mollare.

ATTENZIONE IMMAGINI FORTIManuel Bortuzzo, il video della sparatoria in cui il giovane nuotatore è rimasto ferito registrato dalle telecamere di sicurezza di un tabacchi. Nel video si vede chiaramente il momento in cui Manuel Bortuzzo viene raggiunto dai colpi di pistola esplosi dai due rei confessi Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano e si accascia per terra sotto agli occhi della fidanzata disperata.

Pubblicato da Noi Poliziotti per sempre su Giovedì 7 febbraio 2019

Fonti: Adnkronos, Fanpage, Facebook Noi poliziotti per sempre

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]