Home Politica Estera Crisi diplomatica, Alessandra Mussolini: “Sciacquatevi la bocca quando parlate dell’Italia”

Crisi diplomatica, Alessandra Mussolini: “Sciacquatevi la bocca quando parlate dell’Italia”

CONDIVIDI

Dovere smetterla di insultare l’Italia, sia dentro quest’aula che fuori“. L”eurodeputata Alessandra Mussolini non si è tirata indietro ed ha detto la sua sulla crisi diplomatica tra Italia e Francia, scaturita dalle parole pervenute dall’Europa e in particolare dal Paese transalpino dopo la decisione del Governo Conte di non concedere l’approdo alla nave britannica Aquarius con 629 migranti a bordo, ora diretta in Spagna.

Mussolini contro la Francia: "Basta insulti all'Italia"

Parigi ha deliberatamente aperto le ostilità con l’Italia definendo “vomitevole” la scelta italiana di chiudere i porti. Alessandra Mussolini, furente, ha reagito nel corso del suo intervento al Parlamento Europeo con queste parole: “Bisogna chiedere scusa all’italia, bisogna difendere il governo italiano. Io qui sono italiana e difendo questo governo, anche se non ne faccio parte. Il governo ha chiuso i porti, certo. È facile parlare da quei banchi di solidarietà, di Europa con i porti degli altri. Perchè non si aprono i porti, anche di fronte a donne e bambini, da parte della Francie e della Spagna“. La Mussolini ha piegato la sua posizione sottolineando come deve cambiare il sistema di gestione dell’emergenza migranti nel Mediterraneo: “L’Italia che salva e ha salvato centinaia di migliaia di migranti. È necessario parlare della creazione di hotspot nei paesi di transito, in Libia e in Tunisia, oltre che del coordinamento che ci deve essere a livello europeo degli sbarchi e di dare all’Europa un’esatta valutazione degli strumenti per vedere se un paese è o no in forte pressione. Questo bisogna fare“. Infine rincara la dose e afferma: “Non facciamo – ha aggiunto – degli insulti a paesi che si sono fatto carico del lavoro sporco dell’Europa. Sciacquatevi la bocca quando parlate dell’Italia“.

Già dopo la chiusura dei porti la Mussolini aveva appoggiato la decisione del Ministro Salvini: “Sono dieci anni che i parla di un Italia lasciata sola. Ora le cose stanno cambiando davvero. Salvini ha offerto fin da subito la disponibilità all’Aquarius di far sbarcare donne e bambini. Hanno rifiutato. La nave ha tentato il tranello“.