“Una signora era messa male”, parla Paolo il primo a soccorrere i feriti dopo la tragedia

(foto Vigili del fuoco)

Testimoni hanno raccontato l’incidente ferroviario sulla linea Torino-Ivrea-Aosta in località Caluso nella frazione Are. Un Tir e un treno si sono scontrati poco prima delle 23.30 di ieri ad un passaggio a livello lungo la linea ferroviaria. Due le vittime, qualche decina i feriti. Secondo una prima ricostruzione un Tir con targa lituana che trasportava cointainer avrebbe attraversato il passaggio a livello nonostante il semaforo stesse già lampeggiando per annunciare l’arrivo del convoglio 10027 partito dalla stazione di Torino Porta Nuova alle 22.27 e diretto a Ivrea, ultima corsa della giornata.

Questa la testimonianza di Paolo Artizzu, 71 anni, che abita in una casa vicino alla ferrovia a Caluso e che al ‘Fatto Quotidiano‘ ha descritto gli attimi in cui si è consumata la tragedia: “Dal botto che c’è stato abbiamo capito che c’è stato qualcosa di grave”. E ha proseguito: “Siamo usciti e abbiamo visto il treno buttato lì in mezzo al campo. Abbiamo subito di portare i primi soccorsi e aiutare le persone che erano all’interno”. Parte dunque la macchina dei soccorsi. “Una signora era abbastanza messa male, quasi tutti avevano dolori alla schiena e alle gambe”, insiste Paolo Artizzu nel suo racconto.

Fonti: Il Fatto Quotidiano

Gestione cookie