disastro
Un altro disastro aereo ha provocato più di cento morti. E’ accaduto ad un aereo militare con circa 200 persone a bordo è precipitato, in fase di decollo, nei pressi dell’autostrada che collega Boufarik a Blida, pochi chilometri a sud-ovest di Algeri, come riportato dall’Ansa. Secondo alcuni mezzi di informazione, sul velivolo da trasporto prodotto dalla Ilyushin c’erano per la maggior parte soldati.

Sarebbe di oltre cento morti il primo bilancio, stando a quanto riferito dall’emittente locale ‘Ennahar’, citando fonti della protezione civile algerina. La stessa tv sostiene che tra i passeggeri a bordo vi fossero 26 membri del movimento politico Fronte Polisario, tutti morti. Per il giornale ‘Echourouk’, l’aereo era diretto ad Orano, nell’ovest, e poi a Tinduf, nel sud dell’Algeria, dove si trova il principale campo profughi saharawi, gestito dal Polisario.

Lo schianto ha provocato un enorme incendio, come è mostrato dalle foto pubblicate online. Secondo il sito ‘Dernières Infos Algerie’, per le operazioni di soccorso sono stati mobilitati 130 uomini della protezione civile, 14 ambulanze e 10 camion. Lo stesso sito parla di più grave incidente “nella storia dell’aviazione militare algerina”.
Sono ignote per il momento le cause dello schianto.

Fonte: Ansa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui