Home Persone Busto Arsizio, schianto nel centro abitato: muore a 25 anni

Busto Arsizio, schianto nel centro abitato: muore a 25 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:33
CONDIVIDI

Un altro drammatico incidente stradale, con una vittima che ha solo 25 anni, è avvenuto nella notte a Busto Arsizio, in pieno centro abitato. L’incidente intorno a mezzanotte e mezza in via Cardinal Simone, all’incrocio con viale Boccaccio. Si sono scontrate, praticamente frontalmente, due auto, una Toyota Yaris e una Peugeot. Sulla prima, viaggiavano due giovani, un ragazzo di 24 anni e una ragazza di 25. L’automobile è andata praticamente del tutto distrutta e i due sono rimasti incastrati tra le lamiere, come riportato da Il Giorno.

La 25enne è morta sul colpo. Gli occupanti dell’altra auto sono un uomo di 49 e una donna di 52 anni, trasportati in codice giallo negli ospedali di Busto Arsizio e Legnano. Su quanto accaduto indagano gli agenti della polstrada di Magenta. Sul luogo del tragico schianto sono intervenuti i sanitari del 118 con ambulanze e automedica oltre ai vigili del fuoco di Busto Arsizio/Gallarate, come riportato da Fanpage.

A far scattare l’allarme è stata una telefonata alla centrale del 112, giunta quando erano passati quaranta minuti dalla mezzanotte. Difficile il compito dei vigili del fuoco, intervenuti con un’autopompa e un fuoristrada attrezzato per incidenti stradali. I pompieri hanno dovuto utilizzare una cesoia divaricatore per estrarre dalle lamiere i due ragazzi. Inoltre, hanno provveduto a mettere in sicurezza i veicoli incidentati.

GM

Fonti: Il Giorno, Fanpage

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]