Home Estera Attimi di paura per Papa Francesco in Bangladesh – VIDEO

Attimi di paura per Papa Francesco in Bangladesh – VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:42
CONDIVIDI
Papa
(Websource/archivio)

Bangladesh, attimi di paura per il Papa. Attimi di grande paura per Papa Francesco in visita a Dacca, capitale del Bangladesh, stava celebrando messa. Finita l’omelia, come consuetudine, il Papa è salito sulla papamobile e stava transitando in mezzo alla folla. Improvvisamente proprio al passaggio del Pontefice un traliccio della linea elettrica stava per cadere sulla vettura papale e solo per un caso e grazie alla prontezza dei presenti si è riusciti ad evitare il peggio, come riportato dall’Ansa. A riprendere l’avvenimento le telecamere di TV2000 che hanno registrato le varie fasi dell’evento. Da ciò che si vede, pare il Santo Padre non si sia accorto di nulla. Il video potete vederlo qui sotto.

Nella messa odierna, il Santo Padre aveva parlato di pace e dialogo: “Lo sforzo dei leader religiosi e dei seguaci di diverse religioni, è di vivere insieme nel rispetto reciproco e nella buona volontà. Da condannare è chi cercherà di fomentare divisione, odio e violenza in nome della religione”. Dopo l’omelia, il Papa ha incontrato un gruppo di 16 rohingya nell’arcivescovado di Dacca, dove  ha pronunciato la parola che gli era stata proibita in Myanmar, Rohingya: “vi chiedo perdono per l’indifferenza del mondo”; “vi sono vicino, la situazione è molto dura”; “non giriamoci dall’altra parte di fronte a questi drammi”.

Fonti: Ansa, TV2000

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]