Wanna Marchi: la notizia che sconvolge tutti

0
8
Fonti ed evidenze: Today.it

Il ritorno di Wanna Marchi è una notizia che sconvolge tutti. Ecco in quali vesti apparirà sullo schermo televisivo

Sarà Netflix a permettere il ritorno di Wanna Marchi davanti ad uno schermo televisivo. La famosa piattaforma digitale di streaming sta infatti per lanciare una serie tv con l’ex venditrice. “Wanna” è il nome della docu-serie italiana e parlerà della storia di una delle televenditrici più famose d’Italia, narrando dell’ascesa, fino alle accuse di truffa e incarcerazione.

(Ansa/ Sky Tg 24)

La serie è stata realizzata da Alessandro Garramone e scritta insieme a Davide Bandiera. Inoltre, sarà diretta da Micola Prosatore e con la produzione di Gabriele Immirzi. Ecco, quindi, come sarà il ritorno di Wanna Marchi.

Wanna Marchi torna in tv. Ecco la serie sulla sua storia

Wanna Marchi torna in tv e lo fa grazie ad una serie trasmessa su Netflix. “Wanna” sarà una docuserie di 4 puntate e partirà ufficialmente il 21 settembre. Verranno intervistati 22 personaggi, per un totale di 60 ore di interviste e inchieste. Saranno inoltre utilizzate oltre 100 ore di materiali d’archivio, con immagini e video, in modo da ricostruire gli eventi accaduti fino alla definitiva scelta dei magistrati.

Wanna Marchi è entrata nel novero dei televenditori italiani grazie anche al suo stile, spesso aggressivo e sopra le righe. Negli anni ’80 è stata senza dubbio la regina delle televendite, riuscendo a realizzare un business con prodotti di gioielleria e altri oggetti che l’hanno resa famosa ed estremamente ricca, insieme a su figlia Stefania.

All’inizio degli anni ’90, però, le due incorrono in una situazione di difficoltà, che distrugge il regno costruito negli anni. Tuttavia, le due si riscattano e cambiano strategia. Dalla vendita a prodotti utili per snellire e perdere peso, passano a commercializzare qualcosa che non si poteva né vedere e né toccare: la fortuna.

(Ansa/ Sky Tg 24)

Gabriele Immirzi ha raccontato alcuni dettagli riguardo la produzione della serie tv. Per realizzare la docuserie sono serviti due anni di lavoro, oltre a nove mesi di montaggio, mentre tutto il lavoro di ricerca e assemblaggio delle informazioni è durato un anno grazie al lavoro di una squadra formata da 3 giornalisti professionisti e alcuni ricercatori di immagini.

La serie tv ha fatto molto discutere e non sono mancate le polemiche. D’altronde, si tratta di un personaggio televisivo che resterà sempre uno dei simboli degli aspetti controversi dell’Italia degli anni ‘80/’90.