Non sai rispondere, dai prova: impossibile

0
30

Mettiamo alla prova la vostra conoscenza della lingua italiana attraverso il seguente test; sappiate che anche i migliori hanno fallito!

Quando parliamo della lingua italiana, facciamo riferimento ad un idioma incredibilmente difficile – il quale comprende una serie di forme verbali e modi di dire che neanche gli stessi italiani conoscono. Proprio per questo motivo, abbiamo deciso di proporvi il test che ha mandato in crisi anche gli esperti dell’Accademia della Crusca. Come potete leggere nell’immagine sottostante, la prova consiste nel completare la frase proposta: Quando ___ le finestre, entrò una nube di fumo.

Test: conosci la lingua italiana? (Aforismi)
Test: conosci la lingua italiana? (Aforismi)

Tra le opzioni vediamo riapro, riapersero, riaprono e riapriranno; quale di queste è la soluzione corretta? Sicuramente, nessuno di questi verbi vi suonerà corretto inserito all’interno della frase, questo perché facciamo riferimento ad una coniugazione che pochi conoscono. Anche i migliori hanno fallito, ma noi abbiamo fiducia in voi. Leggete attentamente la frase e individuate la soluzione corretta.

Test – Soluzione

Se dovessimo coniugare il verbo riaprire al passato remoto, la soluzione sarebbe riaprii, riapristi, riaprì, riapriste, riaprimmo e riaprirono. Ebbene, come possiamo notare in questo tipo di coniugazione non è esposta la soluzione al rompicapo. Eppure, la lingua italiana è in continua evoluzione e spesso – leggendo ad esempio i vecchi libri – ci possiamo rendere conto di quanto sia cambiata nel corso degli anni. Un tempo infatti, il passato remoto di riaprire aveva un’altra coniugazione. Vediamo insieme la soluzione!

Test - Soluzione (Aforismi)
Test – Soluzione (Aforismi)

Un tempo, il passato remoto del tempo riaprire veniva coniugato nel modo seguente: riapersi, riapristi, riaperse, riaprimmo, riapriste e riapersero! Ed ecco quindi la soluzione al nostro test linguistico: Quando RIAPERSERO le finestre, entrò una nube di fumo. L’avreste mai detto? Sappiate che anche i più esperti della nostra lingua hanno fallito in questo caso, di conseguenza – nell’eventualità in cui non abbiate individuato la soluzione – non demordete! Sarete più fortunati la prossima volta.