Vincenza muore di parto. I medici finiscono nei guai

0
359

Un errore in sala operatori o una complicazione imprevedibile? Non è ancora certo, ma si indaga per farl luce su quanto successo con Vincenza Donzelli, morta in seguito al parto cesareo.

Una tragedia per la famiglia di Vincenza Donzelli, operatrice culturale di Napoli, deceduta a 43 anni in seguito a delle complicazioni occorse in seguito a un intervento di parto cesareo. La notizia lascia nello shock la famiglia di Vincenza, il marito, Andrea Cannavale e l’intera città.

Vincenza Donzelli era molto conosciuta in città, in particolare nella zona di Monte di Dio. La donna era una operatrice culturale molto attiva nella zona, sempre impegnata a pubblicizzare e preservare le bellezze artistiche e culturali della zona. Suo il merito per cui la Galleria Borbonica e il Palazzo Serra di Cassano sono oggi delle mete turistiche e culturali molto richieste. Suo il merito di averle rivalutate con il suo lavoro e la sua passione, tanto da esserne considerata l'”anima”.

Ne parla con affetto il fratello Gianluca, ricordandola nel dolore della perdita come “la mia migliore amica“. Proprio Gianluca è colui che ricorda quanto la sorella abbia contribuito al successo delle due ormai grandi istituzioni culturali. Vincenza lascia questo mondo mettendo però al mondo suo figlio, a cui il padre, Andrea Cannavale, dovrà raccontare che grande donna sia stata sua madre in vita. La morte di Vincenza è arrivata in seguito a delle complicazioni per un intervento di parto cesareo. Non sono chiare le motivazioni dietro a queste complicazioni, ma gli inquirenti stanno indagando su potenziali responsabilità dei medici per delle cure tardive.

L’intervento si è svolto all’ospedale Cardarelli di Napoli, dove la donna è arrivata già in condizioni critiche. Gli inquirenti hanno cominciato a rivedere gli atti e le cartelle cliniche per controllare che le cure siano state prestate in tempo. Si sospetta, infatti, che i tempi di attesa del Cardarelli siano stati talmente lunghi da non aver permesso ai medici di fornire le cure adeguate alle donna. Si stanno intento compiendo gli accertamenti medico-legali sul corpo di Vincenza prima che arrivi il nullaosta per il dissequestro e quindi il funerale. Intanto i parenti della Donzelli hanno sporto denuncia contro l’ospedale.