Lavatrice: cosa lavare più spesso e cosa meno, non ci crederai

0
44

La lavatrice è un elettrodomestico molto usato da tutti noi, ma facciamo attenzione a lavare più frequentemente alcune cose e meno altre, non sempre l’ambiente viene rispettato.

Una domanda sorge spontanea: Ma con quale frequenza dovremmo lavare indumenti, asciugamani e stracci per la cucina e tanto altro che usiamo abitualmente? Se consideriamo che dietro un lavaggio in lavatrice c’è il consumo di acqua ed energia elettrica, dobbiamo sempre stare attenti all’utilizzo di questo elettrodomestico. Imparare a lavare determinati capi con tempi differenti ci aiuta a utilizzare al meglio la lavatrice senza sprechi ma nel rispetto della pulizia e igiene.

Lavatrice_ cosa lavare più spesso e cosa meno, non ci crederai
Lavatrice, cosa lavare più spesso e cosa meno, non ci crederai
(pixabay.com)

Non tutti sanno che vi sono delle microplastiche rilasciate a ogni lavaggio in lavatrice che contribuiscono all’inquinamento dell’acqua e dell’ambiente, non sempre siamo al corrente di quello che accade durante il lavaggio dei nostri indumenti. Entriamo nel dettaglio per comprendere meglio cosa accade.

Con quale frequenza i lavaggi

Vi sono dei capi che non necessitano di essere lavati quotidianamente. Reggiseno: rispetto alle mutande che vanno cambiate ogni giorno, invece l’indumento può essere lavato ogni due o tre giorni. Ma nella stagione estiva o se abbiamo sudato molto, meglio mettere a lavare il reggiseno un po’ prima. Abbigliamento sportivo: mettiamo tutto in lavatrice solo se avvertiamo la presenza di cattivi odori. Jeans: Lavare spesso i jeans potrebbe rovinare il tessuto e fargli perdere colore e consistenza. Maglioni e felpe: durante l’inverno, possiamo indossare anche tre o quattro volte uno stesso maglione prima di destinarlo al lavaggio.

gli asciugamani in bagno andrebbero cambiati almeno una volta alla settimana
Gli asciugamani in bagno andrebbero cambiati almeno una volta alla settimana
(pixabay.com)

Ci sono poi dei capi che vanno lavati con frequenza come le Lenzuola, inoltre la federa del cuscino, ricettacolo di pelli morte, sebo e batteri provenienti dalla nostra faccia, dovrebbe essere cambiata anche due volte a settimana. Strofinacci. Si tratta di vere e proprie trappole per germi e batteri, poiché in cucina assorbono sporco e residui di cibo. Asciugamani. Per lo stesso motivo relativo alla proliferazione dei germi, anche gli asciugamani in bagno andrebbero cambiati almeno una volta alla settimana. Spugne. Che siano destinate al lavaggio di piatti e pentole o alla detersione della persona, anche le spugne sono il nascondiglio perfetto per funghi, germi, batteri e muffe.