A soli 29 anni rinuncia all’eredità di 4 miliardi di euro: “Non voglio essere così ricca”, dice

0
166
Fonti ed evidenze: Messaggero, Fanpage

Una ragazza di 29 anni ha rinunciato ad un’eredità di ben 4 miliardi di euro. A suo dire, preferisce non essere così ricca.

Se Evelina Sgarbi – secondogenita del famoso critico d’arte Vittorio Sgarbi – ha rinunciato alla possibilità di vincere centomila euro partecipando allla settima edizione del Grande Fratello Vip, c’è chi ha fatto di peggio, o di meglio, a seconda dei punti di vista. Una ragazza di 29 anni ha detto di no a 4 miliardi di euro.

La giovane ha spiegato di non voler essere ricca e, per questo, ha rinunciato alla sua parte di patrimonio. Si tratta di Marlene Engelhorn, 29enne austriaca, studentessa di lingua tedesca a Vienna e discendente dei fondatori di BASF, una delle più grandi aziende chimiche del mondo, che solo nel 2021 ha registrato un fatturato di oltre 78 milioni di euro. Sua nonna occupa la posizione numero 687 nella classifica delle persone più ricche del mondo, secondo la rivista Forbes. Una fortuna generata dagli oltre 150 anni di vita dell’azienda di famiglia. Marlene ha dichiarato di aver deciso di rinunciare ai 4 miliardi che le spetterebbero in quanto non le servono tutti quei soldi per vivere felicemente la sua vita e, soprattutto, non ritiene giusto riceverli senza aver fatto nulla per guadagnarli, non avendo mai lavorato nell’azienda della sua famiglia. “Questa non è una questione di volontà, ma di correttezza. Non ho fatto nulla per ricevere questa eredità. Questa è pura fortuna alla lotteria delle nascite e pura coincidenza” -le parole della 29enne in una delle interviste rilasciate ai giornali tedeschi.

Inoltre la ragazza ritiene che troppi soldi possano rappresentare un problema e non un vantaggio. Una ricchezza eccessiva porterebbe a tensioni, problemi e incomprensioni: “Non saprei cosa farne e non potrei essere felice”. Marlene non nasconde di essere molto fortunata e sa di aver goduto dei benefici della ricchezza per tutta la vita, fin dalla sua nascita. Ma a suo dire l’attuale economia mondiale non va bene e va cambiata. Infatti ha fondato il movimento AG Steuersrechtigkeit, conosciuto in tutto il mondo come “Taxmenow”: un movimento composto da eredi di grandi fortune che chiedono un aumento delle tasse sui grandi patrimoni.