Roberta sta tornando a casa con il figlio, ad un tratto la sua vita si è fermata

0
285
Fonti ed evidenze: Today, Giornale di Sicilia

Roberta stava rientrando a casa assieme al suo bimbo di 7 anni. Purtroppo la donna a casa non ci è mai arrivata. Aveva da poco festeggiato il decimo anniversario di matrimonio.

Roberta Macajone aveva 39 anni ed era mamma di un bambino di 7. Era con lui in auto, alle porte di Cefalù – Palermo – quando tutto ad un tratto la sua vita si è fermata.

ANSA/FRANCO LANNINO/STUDIO CAMERA/ARCHIVIO

Fatale è stato lo scontro tra la sua automobile e uno scooter.Il sinistro si è verificato intorno alle 17 in contrada Figurella sulla strada statale 113. Per cause ancora tutte da chiarire i due mezzi si sono scontrati frontalmente e, a perdere la vita, è stata Roberta. Il figlio che viaggiava insieme a lei, per fortuna non si è fatto nulla a parte lo spavento e l’enorme trauma di aver perso la mamma nel giro di pochi minuti. Sul posto sono subito intervenuti gli operatori del 118 ma per la donna non c’è stato nulla da fare: trasportata d’urgenza al nosocomio  Giglio di Cefalù, il suo cuore ha smesso di battere poco dopo. La giovane mamma è spirata per un attimo di distrazione, non si sa se suo o del conducente dello scooter. Sull’incidente indagano i Carabinieri della Compagnia di Cefalù.

Roberta Macajone era molto conosciuta a Cefalù, dove era nata e cresciuta. Da tempo lavorava in un centro commerciale cittadino, aveva da poco festeggiato il decimo anniversario di matrimonio con il marito Vincenzo Filì, un agente immobiliare molto noto nella perla del Tirreno. Appresa la notizia tutta la città si è stretta attorno alla famiglia in un unanime dolore. In città intanto, sono state sospese tutte le attività elettorali previste per oggi, intanto il sindaco di Cefalù, Rosario Lapunzina, ha affidato il suo messaggio di cordoglio ai social “l’amministrazione comunale, a nome della città, si unisce al dolore della famiglia per la perdita della nostra giovane concittadina Roberta Macajone”. Sempre in Sicilia, a Modica – ragusa- questa volta un bimbo di 4 anni è stato recentemente travolto da un suv. Il piccolo ora sta lottando tra la vita e la morte all’ospedale di Catania. Hanno dovuto portarlo fin lì in quanto all’ospedale di Modica – il più vicino al luogo dell’incidente – il macchinario per eseguire la Tac al cervello del bambino era guasto da tempo.