Alessandro stava tornando a casa dai suoi bambini: la sua vita si è fermata sulla Tiburtina

0
181
Fonti ed evidenze: Messaggero Today

L’ennesima vittima delle nostre strade, un nome conosciuto e apprezzato nella Capitale. Alessandro Maiorani scompare a soli 37 anni e lascia due figli piccoli.

Alessandro Maiorani stava rientrando a casa dalla sua famiglia. Come sempre il 37enne era in sella alla sua moto Aprilia. Purtroppo a casa non ci è mai arrivato.

.ANSA/ANDREA CANALI/ARCHIVIO

Lunedì 20 giugno, intorno alle ore 15.30, sulla via Tiburtina Valeria, a Roma il centauro si è scontrato con una Jeep Renegade guidata da un giovane di 33 anni. L’incidente è avvenuto al chilometro 45 e 500, all’altezza di Vicovaro. Secondo le prime ricostruzioni dei Carabinieri Maiorani – che tutti gli amici conoscevano come “Jeff” –  avrebbe tamponato un’ auto che lo precedeva. Il 37enne è morto sul colpo, il cadavere è stato trasferito all’istituto di medicina legale di Tor Vergata. Alessandro Maiorani lascia la moglie e due bambini. In città era conosciuto e benvoluto da tutti. Da diversi anni gestiva  il pub Kilkenny ed era team manager della squadra di calcio dell’Asd Vicovaro.

La tragica notizia della morte di Alessandro/Jeff si è subito diffusa  nel mondo dello sport. La Sanpolese, assieme al Ferraris Villanova, al Guidonia e ad altre società sportive hanno espresso condoglianze alla famiglia e alla comunità. “Un ragazzo educato, mite e rispettoso. Un bravo padre. Da una decina di anni è uno dei gestori del pub Kilkenny. Uno dei volti noti della scuola calcio locale. Una grande perdita e una notizia inaspettata che ha sconvolto un’intera comunità. Buon viaggio Jeff” – lo ricorda Vicovaro.Sui social è arrivato anche il saluto del sindaco, Fiorenzo De Simone: “Pieni dei colori e delle voci di un fine settimana caldo e memorabile, ci ritroviamo improvvisamente vuoti, in apnea, sul fondo di un baratro buio, gelido, irreale. Solo dolore, inquietudine, amarezza. Di Alessandro Maiorani ce ne sarebbero voluti altri cento e invece dovremo rinunciare anche all’unico che avevamo tra le mani, in mezzo ai piedi, dovunque. Alessandro era un personaggio, uno stimolo potente della vita e nella vita della nostra piccola ma vivace Comunità. Alessandro era un Sindaco senza fascia tricolore ma con addosso, stampati sulla pelle, i colori VerdeArancio. Caro Alessandro, l’ Amministrazione Comunale e tutta Vicovaro ti piange e si stringe intorno alla tua Famiglia, con infinito affetto. Addio Jeff, grazie di tutto” – le parole commosse del primo cittadino sui social. Alessandro si aggiunge alla lunghissima lista dei giovani che ogni giorno perdono la vita sulle nostre strade. Poco tempo fa è toccato a Samuele Micarelli, un ragazzo di solo 21 anni balzato fuori dall’auto al rientro dalla festa di laurea.