Sassari, neonata trovata morta in casa: è stata senza cibo per 5 giorni

0
97
Fonti ed evidenze: Republica, Open

Tragedia a Burgos, in provincia di Sassari. Una neonata di cinque giorni è stata trovata morta in casa. Nessuno le avrebbe dato cibo né acqua fin dalla nascita. 

Dopo l’omicidio della piccola Elena Del Pozzo la bimba di 5 anni ammazzata a Catania dalla mamma per vendicarsi dell’ex che si era messo con un’altra donna – un’altra tragedia che riguarda una bambina, anzi una neonata che è stata trovata morta a Burgos, nel sassarese. La piccola sarebbe morta di fame e sete ma, dalle prime ricostruzioni degli investigatori, non si esclude che siano stati messi in atto anche altri terribili abusi all’interno del nucleo familiare.

ANSA / MICHELE NACCARI/ARCHIVIO

La mamma della piccola è una ragazzina di solo 18 anni che vive ancora assieme ai genitori e alla sorella. La giovane avrebbe partorito in casa la bambina ma poi nessuno si sarebbe preso cura di lei. Sulla vicenda è stata aperta un’inchiesta affidata ai Carabinieri della compagnia di Bono e la Procura di Nuoro ha già disposto l’autopsia. Non è ben chiaro chi abbia assistito la 18enne al momento del parto né per quale ragione abbia deciso di dare alla luce alla bambina in casa e di non chiamare nemmeno i soccorsi sanitari in un secondo momento. Oltre alla mancanza di cure, la morte della neonata potrebbe essere ricondotta ad un secondo fattore non meno tremendo: si sospetta che la mamma della bimba sia stata picchiata durante la gravidanza. Anche se sul corpo della donna non sono emersi segni evidenti di percosse, gli inquirenti non escludono questa pista. Gli operatori del 118 sarebbero arrivati nella casa della 18enne a seguito di una telefonata fatta dai suoi familiari che hanno chiesto aiuto perché la ragazza non stava bene. È stato allora che i soccorritori con i Carabinieri di Bono hanno trovato il corpo della bambina di pochi giorni senza vita. Secondo una prima ricostruzione, la piccola sarebbe stata partorita appena cinque giorni prima del rinvenimento del cadavere.  Al momento sia la mamma della piccola vittima sia i suoi familiari – madre, padre e sorella – sono stati iscritti nel registro degli indagati.  L’ipotesi di reato al momento è abbandono di incapace. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui