Si tuffa in mare per salvare dei bambini: muore sotto gli occhi della famiglia

0
35
Fonti ed evidenze: Fanpage, Today

Una tragedia che ha sconvolto non solo familiari e amici ma anche tutti i bagnanti presenti in quel momento. Un 47enne è deceduto per salvare la vita ad un gruppo di bambini in difficoltà.

Aveva 47 anni e un cuore immenso: un padre devoto, un altruista che dava sempre tutto se stesso. Così lo descrivono tutti coloro che lo ricordano con affetto e piangono la sua perdita. L’uomo è morto dopo aver salvato la vita ad un gruppo di bambini che stavano per affogare.

ANSA/SALVATORE DI NOLFI/ARCHIVIO

La tragedia si è consumata venerdì 9 giugno nel tardo pomeriggio a Poppit Sands Beach, nella cittadina di Credigion, nel Pembrokeshire, nel Galles occidentale. La vittima si chiamava Hywel Morgan ma tutti lo chiamavano Hyw. Venerdì pomeriggio si trovava in spiaggia con la famiglia quando si è accorto di un gruppo di bambini in difficoltà, trascinati dalla corrente al largo. Senza pensarci su due volte il 47enne  si è subito tuffato per soccorrerli. È riuscito a riportarne a riva due ma poi, stremato per lo sforzo, è stato a sua volta sommerso dalle onde e non è più stato in grado di tornare. Nonostante i migliori sforzi dei servizi di emergenza, Hywel Morgan è morto dopo essere stato recuperato dal mare: è morto sotto gli occhi dei familiari lì presenti. I due bambini che è riuscito a salvare sono stati portati in ospedale per essere controllati ma sono stati poi dimessi.

Quando la notizia della morte dell’uomo si è diffusa, centinaia sono stati i messaggi di cordoglio.  I familiari hanno dichiarato: “Hyw era un eroe. Nonostante il nostro dolore, ci conforta il fatto che abbia cercato disinteressatamente di impedire agli altri di perdere la vita. Siamo già stati sopraffatti dai messaggi gentili; è chiaro che era amato e rispettato profondamente da molti. È diventato evidente nelle ultime 24 ore che Hyw aveva una cerchia di amici molto ampia e che sentirà profondamente la sua perdita”. Purtroppo, invece, nessuno è riuscito a salvare la piccola Vittoria Scarpa, la bimba di 5 anni morta annegata qualche giorno fa a Torre Annunziata, in provincia di Napoli. Al momento della tragedia la bambina si trovava in spiaggia insieme alla mamma e alla sorellina di pochi mesi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui