Ictus: i sintomi da non sottovalutare mai

0
34
Fonti ed evidenze: Comestarbene

Prevenire è sempre meglio che curare, dunque potresti fare attenzione a questi consigli: ecco i sintomi dell’ictus che non devi sottovalutare

Spesso il nostro cervello può fare brutti scherzi. Sono, infatti, innumerevoli i segnali che può lanciarci per mandarci un allarme o, semplicemente, per confonderci le idee. Tuttavia, una corretta conoscenza riguardo quelli che possono essere importanti segnali di pericolo può fare la differenza in materia di prevenzione.

(Ansa)

È importante, infatti, saper decifrare quei segnali che ci manda il nostro organismo, in modo da tenersi pronti riguardo quelle che possono essere delle problematiche anche rilevanti. Alla luce di questo, vorremmo mostrare quelli che sono i sintomi dell’ictus da non sottovalutare mai.

Ecco quali sono i sintomi che potrebbero far pensare ad un ictus

L’ictus rappresenta una delle patologie più diffuse al mondo, essendo inoltre la quinta causa di morte. Va da sé, quindi, che saper interpretare i segnali che ci manda il nostro corpo può essere piuttosto importante. Dunque è utile saper distinguere quelli che sono i sintomi principali.

Prima di partire con l’individuazione dei sintomi dell’ictus è utile spiegare di cosa si tratta. L’ictus è un malore che colpisce in maniera piuttosto improvvisa, ed è determinato dal blocco dell’afflusso di ossigeno in alcune parti del cervello. Questa condizione provoca un coagulo che blocca il flusso sanguigno, oppure un’esplosione di un vaso sanguigno.

(Pixabay)

Ci sono alcuni casi in cui è possibile “prevedere” l’insorgenza di un ictus. In particolare, questo può avvenire quando si hanno alcune patologie, le quali possono esporre maggiormente a questo problema, come ad esempio:

  • Fibrillazione atriale, il quale rende più fragili i soggetti che ne soffrono nei confronti di un rischio di ictus;
  • Malattie autoimmuni;
  • Patologie psichiatriche;
  • Allucinazioni, che possono essere un sintomo piuttosto importante;
  • Menopausa precoce, aumenta considerevolmente il rischio di ictus;
  • Sbalzi di umore o alterazioni della personalità, rappresentano un sintomo che può essere legato ad un ictus;
  • Svenimento o perdita di coscienza;
  • Nausea e vomito;
  • Senso di intorpidimento e formicolio;
  • Bocca storta, smorfie;
  • Mal di testa improvviso e violento;
  • Difficoltà nel coordinare i movimenti;
  • Perdita improvvisa di forza;
  • Vista offuscata.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui