Bimba di 4 anni veglia giorni sulla mamma morta: pensava stesse dormendo

0
140
Fonti ed evidenze: Rainews, Fanpage

Pensava che la mamma stesse dormendo e ha continuato a vegliarla da sola per due giorni. Purtroppo, però, la sua mamma non c’era più.

La mamma, una donna di 39 anni, era morta da giorni. In casa con lei solo la figlia, una bambina di appena 4 anni, troppo piccola per rendersi conto di quella tremenda realtà. Così la piccola, senza saperlo, ha vegliato sul cadavere della madre pensando che stesse dormendo.

ANSA/BARBARA PERISSI/ARCHIVIO

A lanciare l’allarme il nonno della bimba nonché padre della defunta. L’uomo da giorni cercava di mettersi in contatto con la figlia senza successo. Preoccupato ha chiamato la Polizia. Il dramma si è consumato in Austria, nella cittadina di Wels nei pressi di Linz. Quando gli agenti sono arrivati presso l’abitazione della 39enne hanno bussato ma non ricevendo alcuna risposta hanno sfondato la porta che era chiusa a chiave. Hanno trovato la madre distesa sul letto priva di vita. La bimba, per fortuna, era in buone condizioni di salute. La Polizia l’ha trovata seduta accanto alla mamma. In quei giorni si era premurata anche di dare da mangiare al gatto che viveva con loro: nella sua mente, quasi certamente, la mamma stava riposando e lei non voleva svegliarla. La bambina è stata portata in ospedale per un controllo precauzionale e poi è stata affidata a una zia. Non è ancora chiaro di cosa sia morta la mamma della piccola ma, per il momento, si esclude la pista dell’omicidio come anche quella del suicidio. L’ipotesi più probabile pare essere quella di una morte per cause naturali. Dalle informazioni raccolte infatti, è emerso che la donna – nonostante fosse ancora giovane – era molto malata da tempo. Quando le Forze dell’Ordine sono arrivate nella casa, il corpo era già freddo. Si presume che la 39enne fosse deceduta da almeno due giorni. Un dramma analogo avvenne a Varese qualche tempo fa: due sorelline di 8 e 12 anni trovarono la mamma morta in casa.

.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui