Morti in casa a Macerata. La triste storia della famiglia Canullo

0
54
Fonti ed evidenze: IlRestodelCarlino,Fanpage

Il padre ucciso da un malore, madre e figlio dalla fame. Sono stati trovati i corpi nella loro villetta a Macerata dopo oltre due mesi.

È una vera e proprio tragedia della solitudine quella che si è consumata in una villa di Macerata nel settembre scorso. Un malore fatale per Eros Canullo, e una morte per fame per la moglie Angela Maria Moretti e il figlio Alessandro. Queste le conclusioni a cui è arrivato il medico legale Roberto Scendoni, dopo l’autopsia condotta sulle tre salme l’8 settembre. La famiglia era molto conosciuta. L’80enne Eros era stato imprenditore, mentre la moglie Angela Maria Moretti aveva lavorato come logopedista all’Anffas. Il figlio 54enne Alessandro era rimasto invalido dopo un incidente.

Morti in casa a Macerata: La triste storia della famiglia Canullo ANSA/PICCHIONEWS.IT

La storia della famiglia

Progressivamente, questa famiglia si era chiusa in un inesorabile isolamento che l’aveva allontanata anche dai parenti. A settembre del 2020, Angela Maria aveva avuto un ictus, che l’aveva bloccata a letto. Era rimasto il marito a occuparsi di tutto, limitandosi a chiedere ogni tanto aiuto alla Croce Verde per il figlio disabile. Dai sanitari e da un amico erano partite alcune segnalazioni sul degrado crescente della casa in cui l’80enne provvedeva a due invalidi. Eros aveva anche deciso di mettere in vendita una casa e si era rivolto ad un’ agenzia che però, non riuscendo più a rintracciarlo, aveva chiesto informazioni ai Carabinieri. Il 5 agosto una pattuglia si era presentata alla villa, ma nessuno aveva risposto al citofono. I titolari della pizzeria avevano spiegato che la famiglia trascorreva sempre l’estate al mare, e le ricerche si erano chiuse.

Il Ritrovamento

Fino a settembre, quando la sorella di Angela Maria, dopo aver cercato per settimane di rintracciarla aveva segnalato la sua scomparsa. Così nella villa di borgo Santa Croce, il 6 settembre, erano stati trovati i tre corpi, senza vita, in avanzato stato di decomposizione. I risultati dell’accertamento, sono stati depositati venerdì scorso. I consulenti hanno stabilito che Eros Canullo sia stato ucciso da un malore, che lo aveva colto mentre era in bagno, 2 mesi prima. Per la moglie e il figlio non ci sono tracce di lesioni, così l’ipotesi è che siano morti di inedia, rimasti senza l’unico che si prendeva cura di loro. Adesso la Procura dovrà valutare se ci siano responsabilità per quanto accaduto. I familiari invece  dovranno capire come gestire le diverse proprietà immobiliari dei defunti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui