Scopre che il migliore amico abusava della figlia di 8 anni: gli fa scavare la fossa e lo uccide

0
307
Fonti ed evidenze: fanpage, leggo, il mattino

Consultando il telefono dell’amico, il papà  ha scoperto che l’uomo aveva violentato la figlia e ha deciso di farsi giustizia da solo.

Vyacheslav M, 34 anni, operaio nel villaggio di Vintai, nella regione russa di Samara, avrebbe ucciso il suo più caro amico il 32enne Oleg Sviridov dopo aver trascorso insieme una nottata a bere e divertirsi.

ANSA/ DOMENICO PALESSE

Quando il papà si è svegliato e ha deciso di prendere in mano il cellulare dell’amico, ha scoperto con orrore che in un video presente sul telefono appariva la figlia di 8 anni mentre veniva abusata proprio dall’amico. Nel video la piccola lo implorava di smettere: «Oleg, basta così, non ce la faccio più. Voglio andare a casa» A questo punto il padre ha deciso di vendicarsi.

Secondo quanto ricostruito dalle Forze dell’Ordine, l’uomo avrebbe subito affrontato il 32enne che sarebbe subito fuggito, senza riuscire a sottrarsi a lungo alla vendetta del padre. Questi avrebbe  portato l’amico nei boschi costringendolo a scavarsi una fossa. Dopo averlo accoltellato a morte durante una colluttazione, lo avrebbe sepolto.

Altre fonti che smentiscono l’omicidio dell’uomo, lasciano intravedere la possibilità che l’epilogo sia stato un suicidio o di un incidente. Il papà russo ha ammesso di aver minacciato con un coltello l’amico, ma si è difeso sostenendo di averlo fatto solo per spaventarlo. Il confronto fra i due sarebbe sfociato in una lite durante la quale la vittima sarebbe finita accidentalmente sul suo coltello rimanendo ferito a morte.

ll tribunale di Samara ha concluso che Sviridov si è tolto la vita  durante la rissa nel bosco dove il padre della bimba lo aveva costretto a scavarsi la fossa e dove poi lo ha seppellito. Al termine del processo l’uomo ha evitato l’accusa di omicidio anche grazie a un’ondata di proteste che si è sollevata nella città in suo sostegno. Nonostante ciò è stato comunque condannato a 18 mesi di carcere duro per l’accusa di istigazione al suicidio e occultamento di cadavere.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui