Pisa, mamma e figlia nude in auto. E nessuno comprende cosa davvero sia accaduto

0
109
Fonti ed evidenze: Messaggero, Brescia Today

A dare l’allarme della misteriosa vicenda, è stato un vigilante che si occupa dell’area della Darsena pisana.

Mamma e figlia, 40 e 8 anni, originarie di Brescia, sono state trovate nude, spaventate, all’interno della loro auto Opel nella notte di Pasqua. L’allarme è stato dato dal vigilante che si occupa della sicurezza dell’area della Darsena pisana, vicino al canale dei Navicelli dove sorgono attività commerciali e cantieri navali. L’uomo ha notato la vettura intorno alle 2 e ha chiamato il 118.

118 sul posto ANSA

Le due, trovate in stato di shock, non avevano il cellulare, né gli abiti e neppure valigie. Ora sono  ricoverate all’ ospedale Cisanello per accertamenti, subito sono stati avvisati anche i familiari, che le hanno raggiunte in poche ore. La sorella della donna aveva già denunciato il giorno prima la scomparsa delle due.

La dinamiche dell’accaduto

Secondo precedenti ricostruzioni, sarebbero partite da Brescia percorrendo l’autostrada A12 fino all’uscita di Pisa, per poi raggiungere la darsena,in un parcheggio vicinissimo a una delle vie d’acqua del luogo, il canale principale che collega Pisa a Livorno, zona poco frequentata di notte e sconosciuta a chi non abita in città. Alcune fonti riportano  che nei trascorsi della giovane donna ci sarebbe stata una separazione complicata, forse qualche problema di depressione. Gli agenti della polizia ritengono molto probabile che la donna si sia allontanata volontariamente da casa con la figlia: ciò che invece è ancora incerto è il motivo per il quale, abbia deciso di fermarsi nella Darsena e restare in macchina senza indumenti.

Al momento del ritrovo, la donna non ha proferito parola, il suo stato confusionale non è da attribuire ad assunzione di sostanze stupefacenti, come hanno stabilito gli esami. L’ipotesi della Polizia è rivolta verso forme di disagio personale. Alcuni ipotizzano il coinvolgimento di sette e riti esoterici.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui