Roma, ragazza tedesca di 25 anni si sente male e muore. Il ragazzo “Si poteva salvare, ma voi non parlate inglese”

0
273
Fonti ed evidenze: Repubblica, Fanpage

Medici e turisti non riuscivano a comprendersi a causa del diverso idioma parlato. A farne le spese una giovane donna in vacanza in Italia.

Una vacanza finita in tragedia per una coppia tedesca. Janna Gommelt – di 25 anni – si trovava a Roma assieme al fidanzato, il 34enne  Michael Douglas quando è stata colta da un malore. La situazione si sarebbe potuta risolvere ma qualcosa è andato storto.

I due giovani avevano deciso di fare un tour in giro per l’Europa. Giunti nella Capitale avevano posteggiato il loro camper vicino alla spiaggia di Focene. La ragazza, all’improvviso, ha cominciato a sentirsi male. Il fidanzato ha chiamato l’ambulanza, chiedendo di intervenire il prima possibile. Ma – secondo quanto dichiarato da Michael – ci sarebbero stati problemi di comunicazione con gli operatori del 118 che, a quanto pare, non parlavano nemmeno una parola di inglese. Il 34enne ha raccontato: “Mi hanno subito messo in attesa per trovare un un operatore in grado di parlare inglese. Poi, sempre faticando nelle comunicazioni, mi è stato detto di tenere acceso il gps così che l’ambulanza ci potesse trovare”. I soccorsi non riuscivano a trovare il camper dei due turisti e così, Michael, preoccupatissimo per la fidanzata,  si è messo alla guida per rintracciare l’ambulanza, trovata poi poco distante mentre cercava i ragazzi sulla spiaggia.

Janna è stata portata in ospedale al Grassi di Ostia, dove è morta poco dopo. Michael è stato interrogato dai Carabinieri per ricostruire l’accaduto e capire cos’era successo. ma, ancora una volta, il giovane turista si è dovuto scontrare con una incredibile realtà tipicamente italica: nemmeno le Forze dell’Ordine parlavano Inglese: “Mi hanno interrogato usando Google Translate” – ha raccontato l’uomo. Sul corpo della ragazza è stata disposta l’autopsia, ma le cause della morte non sono note alla famiglia e la salma – dal 20 gennaio ad oggi – non è stata ancora restituita. I genitori vorrebbero almeno riavere il corpo in modo da dare alla ragazza una sepoltura. Michael lamenta il fatto che se i soccorsi avessero parlato Inglese e fossero arrivati in tempo, la sua fidanzata sarebbe ancora viva. Dal canto suo la Regione Lazio ci ha tenuto a precisare che  la telefonata di emergenza del giorno 20.01.2022 delle ore 15.39 è stata subito gestita correttamente in lingua inglese e il furgone dei due turisti è stato subito geolocalizzato. Anche il 118 ha specificato che dalla fine della chiamata all’arrivo sul posto di ambulanza e automedica, sono trascorsi 18 minuti. I mezzi sono stati correttamente inviati dove l’utente aveva riferito di trovarsi ma, all’arrivo sul posto, le equipe sanitarie non hanno trovato nessuno, dal momento che l’uomo aveva deciso autonomamente di spostarsi. Poco tempo fa, in Toscana, un’altra turista è deceduta durante una vacanza con il compagno: la donna è morta mentre si stava facendo fotografare sotto un monumento. Non poteva immaginare che una trave le sarebbe precipitata addosso.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui