Insulti alla giovane madre uccisa e fatta a pezzi, comico di Zelig perde la testa

0
421
Fonti ed evidenze: Fanpage, Pietro Diomede Twitter

Un comico di Zelig, Pietro Diomede, non ha risparmiato pesanti battute sulla pornostar Carol Maltesi, uccisa e fatta a pezzi dall’ex fidanzato.

Ci sono limiti all’ironia, all’umorismo, alla comicità. Non su tutto si può scherzare, di certo non su un bambino di sei anni che ha perso la sua mamma uccisa e fatta a pezzi dall’ex compagno.

Eppure Pietro Diomede, volto noto di Zelig, non si è risparmiato e ha tirato fuori il peggio del suo repertorio ironizzando sulla morte di Carol Maltesi. Carol Maltesi era una pornostar. Lo scorso gennaio è stata ammazzata e poi tagliata a pezzi dal suo ex fidanzato il quale ha prima nascosto il cadavere della 26enne nel congelatore e, infine, ha cercato di sbarazzarsene mettendo i pezzi in quattro sacchi dell’immondizia. Quando i Carabinieri – grazie ad un passante – hanno trovato il corpo, per risalire all’identità della vittima, hanno diffuso sui social le foto dei tatuaggi ed è proprio grazie a questi – riconosciuti da un fan dell’attrice porno – che le Forze dell’Ordine hanno potuto dare un nome a quel mucchio di ossa tagliate. Diomede non ha avuto scrupolo a insultare la memoria di questa giovane mamma, diventata pornostar dopo aver perso il lavoro di commessa a causa del lockdown. Il comico, sul suo profilo twitter ha ironizzato proprio sulla professione della vittima.

Il suo senso dell’umorismo, questa volta, è stato poco apprezzato dai suoi stessi followers che hanno iniziato a fargli piovere addosso ondate di critiche e insulti e molti utenti hanno segnalato il post del comico. Molti si sono rivolti all’account ufficiale dello Zelig, storico locale milanese da cui è nato lo show televisivo, che il 12 aprile avrebbe dovuto ospitare lo Diomede per il suo spettacolo. “Avrebbe”, appunto, perché in seguito alle polemiche Zelig ha comunicato attraverso l’account ufficiale di avere escluso Diomede dalla programmazione e di dissociarsi completamente dal tweet dell’uomo.  Anche l’attore Alessandro Gassman ha attaccato duramente Diomede e gli ha scritto: “Io penso che lei rappresenti a pieno, il gradino più basso e repellente della specie umana. Si vergogni e chieda scusa alla famiglia della vittima”. Diomede, per il momento, non si è minimamente scusato.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui