Acqua della pasta non la buttare: ecco i motivi shock

0
70

Acqua della pasta, non la buttare a prescindere immediatamente: ecco i motivi shock del perché potrebbe essere molto utile.

acqua pasta
Perché non buttare l’acqua di cottura (foto: Pixabay).

Tantissime famiglie italiane non rinunciano mai alla pasta come primo del loro pasto, che sia a pranzo oppure a cena; tolti i pasti veloci in concomitanza col lavoro, quando si può non si rinuncia mai ad un piatto tipico del nostro paese.

Quando cuciniamo in casa, siamo soliti far cuocere la pasta e poi scolarla, facendo scorrere nel lavandino l’acqua di cottura; ma sapete che non andrebbe buttata a prescindere, perché può tornare molto utile? Ecco i motivi.

Acqua della pasta, non la buttare: i motivi per cui potrebbe essere utile

Spesso per la fretta, in cucina non pensiamo a cosa gettiamo via perdendo l’occasione di utilizzarlo per un’altra ricetta; è questo il caso dell’acqua di cottura della pasta, che dopo aver cotto il nostro primo piatto potrebbe tornare ancora utile.

Ricca di amido, l’acqua può essere utilizzata in primis per rendere molto più cremosi i condimenti, che sia tratti di gustosi soffritti oppure del sugo stesso; con un po’ di acqua il risultato sarà sorprendente.

Per la sua consistenza, l’acqua in questione può essere tranquillamente utilizzata per realizzare un brodo, a cui si possono aggiungere erbe aromatiche; aspettando che si raffreddi, si può anche congelare per usarla nei giorni seguenti.

Inoltre, può anche essere riutilizzata, versata di nuovo nella pentola, per una cottura al vapore delle verdure; poi, specie se poco salata, è utile per mettere in ammollo i legumi secchi.

acqua pasta
Come riutilizzare l’acqua di cottura (foto: Pixabay).

Vi sorprenderà forse sapere che l’acqua di cottura può anche essere aggiunta agli impasti per pane e pizza, dando un risultato finale migliore; un suo altro utilizzo del tutto inaspettato è per lavare i piatti, dato che la temperatura e lo stato di quest’acqua permettono di sgrassare molto meglio posate o piatti.

Infine, visto l’amido contenuto al suo interno, se poco salata quest’acqua è ottima anche per le nostre piante; una volta raffreddata, può essere utilizzata per innaffiare, portando ulteriori sostanze nutritive al terriccio della pianta in questione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui