Due dosi di vaccino non salvano Valentina Boscardin, morta a 18 anni

0
224
Fonti ed evidenze: Fanpage, Giorno

Se ne è andata a soli 18 anni Valentina Boscardin. La modella, nonostante avesse già ricevuto due dosi di vaccino, è morta di Covid.

Valentina Boscardin Instagram

Il vaccino – ormai lo sappiamo bene – non impedisce di contrarre il Covid. Ma, nella maggior parte dei casi, evita che la malattia evolva in forma grave: in pratica evita di finire intubati o di morire a causa del virus. Non è stato così per la modella brasiliana Valentina Boscardin, deceduta ad appena 18  anni a causa delle complicazioni derivanti dal Covid. La giovane si trovava ricoverata in ospedale a San Paolo, in Brasile. A dare la notizia è stata la madre, Marcia Boscardin, conduttrice televisiva ed ex modella. Valentina non era una no vax. Aveva già ricevuto due  dosi del vaccino BioNTech/ Pfizer e non aveva patologie pregresse. Nonostante ciò, durante le vacanze di Natale, la 18enne aveva contratto il Covid in forma grave: dapprima era stata colpita da polmonite, quindi il ricovero in ospedale a San Paolo dove le sue condizioni si sono rapidamente aggravate ed è morta domenica 9 gennaio. A quanto pare per Valentina sarebbe stata fatale una trombosi.

È con grande dolore che dico addio all’amore della mia vita. Addio, Valentina Boscardin Mendes. Che Dio ti accolga a braccia aperte. Figlia mia, ti amerò per sempre. Un angelo sale al cielo” ha scritto la madre su Istagram.

La giovane faceva parte dell’agenzia di modelle Ford Model Brasil Sao Paulo, che ha confermato la notizia della sua morte ai media locali. Aveva lavorato anche per grandi marchi come Valentino, Armani e Christian Dior. Successivamente si è specializzata in spot pubblicitari prima di lavorare come emittente e giornalista nell’industria dell’intrattenimento. Aveva ancora una lunga strada da percorrere se il Coronavirus non l’avesse arrestata prima. Valentina Boscardin non è la prima ad aver contratto il Covid in forma severa nonostante due – se non tre – dosi di vaccino. Anche l’ex campione della Roma Antonio Cassano è stato ricoverato in gravi condizioni al Policlinico San Martino di Genova a causa dell’infezione virale. L’ex pugile Maurizio Stecca – vaccinato con due dosi e in attesa della terza – è addirittura finito in terapia intensiva. Ultimo ma non per importanza, l’infettivologo Massimo Galli, vaccinato con tre dosi, è stato colpito in forma seria dal virus, come lui stesso ha dichiarato. L’esperto ha, a maggior ragione, invitato tutti a vaccinarsi dopo la sua terribile esperienza.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui