Laureata, conosce 6 lingue. Finisce in strada e muore senza poter chiedere aiuto a nessuno

0
96
Fonti ed evidenze: Fanpage

Una donna di origine viveva in una baracca a Firenze. Laureata, parlava 6 lingue e viveva insieme ai suoi 10 gatti.

Viorca
Viorca

45 anni. Una parte della sua vita vissuta per strada. Viorca era laureata e parlava ben 6 lingue. Era originaria della Moldavia. La donna aveva raccontato la sua storia ad alcuni giornalisti del Corriere della Sera di Firenze. Aveva perso la casa dopo essere giunta in Italia, oltre ad aver perso la famiglia e il lavoro.

Viorca purtroppo non ha potuto chiedere aiuto a nessuno. La donna è morta a 45 anni di cirrosi epatica. Al suo funerale, tenutosi a Trespiano, vi erano cinque persone, non c’era nemmeno un prete. La Caritas locale si era mossa per lei nel 2011, procurandole vestiti, coperte e un tablet. Viorca si era messa a lavorare, facendo l’interprete per un giudice, oltre ad altri lavori saltuari per poter mangiare. Il tunnel dell’alcolismo l’aveva però risucchiata, a causa dei demoni che la devastavano dall’interno.

Aveva trovato lavoro presso l’Esselunga, ma le cose non cambiarono. Sembrava che il peggio fosse passato, ma non era così. Viorca diceva di essere contenta, viveva in una casa di cura. Aveva anche comprato un auto, però poco tempo dopo è stata vittima di un incidente che l’aveva vista scampare alla morte per miracolo. Dopo l’incidente, Viorca ha smesso di lavorare ed è tornata nella sua baracca.

Si occupava si lei Alvaro, un medico volontario avanti con l’età. Inoltre, grazie al prete della chiesa di San Giovanni Battista, Viorca poteva mangiare gratis giornalmente. Hanno provato a farla uscire dal tunnel dell’alcolismo, senza risultati. L’alcolismo l’ha portata ad una morte atroce, inimmaginabile. Al funerale della donna c’erano i due angeli che vegliavano sulla sua vita tormentata e i due senzatetto con i quali condivideva le fredde notti.

Nella baracca in cui viveva, Viorca teneva le foto del suo matrimonio, avvenuto con un uomo residente a Rimini. Dieci anni insieme, prima di separarsi. Il padre di Viorca era morto quando lei era adolescente, e la madre era deceduta in una stradina della campagna moldava. Viorca era di Singerei, una città poverissima della Moldavia. Dopo essere rimasta orfana, era andata in orfanotrofio.

Durante la sua adolescenza, una zia l’aveva fatta abortire a forza. Era perciò fuggita dal suo paese, andando a Milano e poi a Rimini, dove ha conosciuto l’uomo di cui si era innamorata. Viorca ha cominciato a bere quando i medici le hanno comunicato che, a causa di quell’aborto impostole dalla zia, lei non avrebbe più potuto avere figli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui