Mal di testa frequente? Ecco una causa alla quale non penseresti mai

0
129
Fonti ed evidenze: Greenme, Humanitas

Il mal di testa può derivare da una miriade di fattori diversi, uno di questi non lo immagineresti mai. Scopriamolo insieme.

Mal di testa - La causa inaspettata
Mal di testa – La causa inaspettata

Avete mai sentito parlare di bruxismo? E’ un disturbo che causa l’involontaria contrazione dei muscoli della masticazione ed è una delle cause del mal di testa. La continua tensione delle arcate dentarie, porta inevitabilmente ad un dolore alle tempie che può arrivare a coinvolgere anche collo e trapezio, sfociando in vere e proprie cefalee. Esso si presenta durante la notte, momento in cui il soggetto è totalmente inconsapevole e, come se non bastasse, può anche risultare rumoroso. Vediamo insieme cos’è il bruxismo nello specifico.

LEGGI ANCHE —> La cioccolata calda è efficace contro gli infarti? Ecco la verità

Bruxismo – Ecco di cosa stiamo parlando

Il mal di testa può avere diverse origini, ma una di queste – spesso sconosciuta – risiede nel bruxismo, un disturbo del sonno che consiste nel digrignare involontariamente i denti durante la notte. A causa di questa forma, si possono presentare cefalee muscolo-tensive (la classica sensazione del cerchio alla testa). Le origine di questo disturbo del sonno si possono ricollegare ad un disallineamento delle arcate dentarie, ma anche ad ansia, stress ed instabilità psicologica ed emotiva.

Bruxismo - Ecco di cosa stiamo parlando
Bruxismo – Ecco di cosa stiamo parlando

LEGGI ANCHE —> Frutta e verdura: ecco come togliere veramente i pesticidi

Il bruxismo interessa principalmente i bambini, tanto che circa tre su dieci ne sono affetti. Niente di preoccupante però, tendenzialmente il bruxismo scompare con la caduta dei denti da latte. Inoltre, è molto semplice accorgersi di questo disturbo: alla prima visita, il dentista se ne renderà conto immediatamente, soprattutto per la conseguente usura dei denti e l’eccessiva sensibilità gengivale.

Per risolvere il problema, basta affidarsi all’utilizzo di un bite da indossare durante la notte, questo consentirà non solo di sistemare le arcate dentarie, ma impedirà anche il digrignamento involontario nel sonno. Nel caso il problema abbia un’origine emotiva, sarebbe utile rivolgersi ad uno psicoterapeuta per scoprire la causa di ansia e stress.