Le donne sono abituate a portare abitualmente il reggiseno, eppure il vostro corpo trarrà molti più benefici stando senza.

Ecco i benefici dello stare senza reggiseno
Ecco i benefici dello stare senza reggiseno

Nell’era del body positive e del politically correct, molte donne hanno iniziato ad interrogarsi sul utilizzo o meno del reggiseno. Nella nostra società, questo capo intimo rappresenta ancora la femminilità e l’eleganza, eppure molte hanno la percezione che sia un’implicita “imposizione” della società. Le donne della nuova generazione hanno diffuso invece una nuova moda, che non prevede l’utilizzo del reggiseno in nessuna circostanza. Sono moltissime infatti, le influencer che si mostrano libere sui social e portano outfit in cui è evidente la mancanza del reggiseno. Volete sapere un segreto? Non portare il reggiseno è un toccasana per il vostro corpo!

L’intimo femminile, nel progredire della storia, ha avuto una notevole evoluzione, eppure il concetto di base per la donna è sempre stato quello di dover necessariamente modellare il proprio corpo: dai bustini stretti che deformavano l’addome, siamo passate – nell’era moderna – all’uso esclusivo del reggiseno, il quale – nonostante sia sicuramente meno dannoso degli antichi bustini – causa comunque il blocco della circolazione sul petto femminile.

Capita spesso infatti, che nelle donne che lo utilizzano spesso e per molte ore al giorno, si rompano i capillari proprio sulla zona del ferretto, si creino ematomi della zona della chiusura oppure, ancora peggio, si soffochino eccessivamente le mammelle, danneggiandone le ghiandole. Insomma, sarà anche sensuale e femminile, ma se tutte le donne non lo indossassero, sarebbe meglio per la loro salute. Vediamo nello specifico tutti i benefici della libertà femminile.

LEGGI ANCHE —> Test di abilità: qual è il totale? Nessuno riesce a rispondere correttamente

Dire ‘addio’ al reggiseno – I benefici

Prima di tutto, tra i maggiori benefici, c’è sicuramente una corretta circolazione sanguigna: lasciando il vostro corpo libero da costrizioni e da ferretti stretti e dolorosi, potrà essere libero proprio come la natura comanda. Avete presente quella sensazione che provate quando tornate a casa? Quel sollievo nel gesto di togliere il reggiseno? Quella sensazione è dovuta da due fattori principali: prima di tutto il reggiseno stringe il petto e, di conseguenza, impedisce che quest’ultimo si apra nel modo corretto durante la fase di inspirazione; in secondo luogo inoltre, nell’esatto momento in cui togliete questo fastidioso capo intimo, il sangue tornerà a confluire naturalmente nella zona del seno.

I pro e i contro del reggiseno
I pro e i contro del reggiseno

LEGGI ANCHE —> Oroscopo: Ecco svelati i difetti dei vari segni zodiacali

Un secondo punto a favore, risiede nel corretto e naturale sviluppo dei capezzoli. E’ stato provato che, nelle donne che portano il reggiseno frequentemente, la dimensione dei capezzoli risulta molto ridotta, rispetto a quella delle più libertine (si parla addirittura di 5-7mm). Questo perché la costrizione del seno e la scorretta circolazione del sangue, rendono difficile il suo sviluppo. L’avreste mai detto?

Infine, mito da sfatare assolutamente: mettere il reggiseno non renderà il vostro seno più sodo! Anzi, è stato provato che lasciare il seno libero di svilupparsi naturalmente lo porta a sollevarsi addirittura 7 mm l’anno. Questo perché la forma dei reggiseno presenti in commercio non è omologata personalmente su ogni donna ed ognuna di noi ha una posizione diversa delle mammelle rispetto alle altre. Portare il reggiseno tutti i giorni, per molte ore al giorno, porta il seno ad adeguarsi alla forma e all’altezza del reggiseno stesso. Insomma, morale della favola: ognuna è libera di indossare i capi che più la fanno sentire bella, femminile e sensuale, ma ricordate sempre la filosofia del “giusto mezzo”. Ogni tanto, lasciate il vostro seno libero di respirare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui