E’ diabolico parlare male di Stefano Cucchi, assumetevi le vostre responsabilità, dice Fedez

0
98
Fonti ed evidenze: Fanpage, Il Messaggero

In onore del 7° Memorial Stefano Cucchi il rapper Fedez ha registrato un video messaggio per la sorella Ilaria.

In un video messaggio apparso sul profilo Facebook di Ilaria Cucchi, il rapper Fedez si esprime a sostegno di Stefano Cucchi in occasione del 7° Memorial Stefano Cucchi che si sta tenendo a Roma in due appuntamenti: venerdì 22 ottobre e sabato 23 ottobre. L’artista italiano che è spesso stato protagonista di numerose bagarre con nomi noti della tv italiana come Sgarbi e molti altri, e che poco tempo fa si era espresso sulla questione Morisi citando proprio la storia di Stefano, oggi si fa sentire per una buona causa e, nonostante ammetta non possa partecipare alla manifestazione, invita i suoi follower a partecipare al memoriale. La tremenda vicenda di Stefano Cucchi, il giovane romano morto a causa di un pestaggio subito dagli agenti che lo avevano fermato e portato in caserma, ormai è nota a tutti e questo anche grazie agli sforzi continui della famiglia di Stefano che dopo 12 anni continua la sua battaglia per ottenere giustizia.

fedez cucchi
Ilaria Cucchi / facebook

La sorella di Stefano, Ilaria Cucchi, sulla sua pagina facebook ha scritto a proposito “Vi aspettiamo, domani e dopodomani, per ricordare mio fratello Stefano a 12 anni dalla sua morte. Mamma e papà non ci saranno, di questi anni di battaglie dentro e fuori le aule di giustizia si sono ammalati entrambi. Ci saremo noi anche per loro”. Il Memorial si articola in una marcia che venerdì 22 partirà alle 18 dall’ingresso di via Lemonia di Parco degli Acquedotti, dopo un momento di raccoglimento davanti alla targa dedicata a Stefano. Il giorno dopo, sempre dal Parco degli Acquedotti, partirà “La Staffetta dei Diritti” alle ore 14 e dopo aver attraversato la città terminerà alle ore 18 in Piazza Montecitorio.

Fedez nel video messaggio, oltre a promuovere il progetto “Umanità in marcia” in onore di Stefano, si pronuncia anche nei confronti del lavoro di Ilaria e afferma “Nutro una immensa ammirazione nei confronti di Ilaria perché credo che ci abbia insegnato una grande lezione, ovvero che quando si ha una verità da difendere non bisogna mai abbandonarla, con la consapevolezza che prima o poi la verità verrà a galla“. Poi commenta l’operato dello Stato lanciando una provocazione, come al suo solito non troppo velata, affermando che lo Stato deve aprire gli occhi e riconoscere i suoi errori per potersi migliorare, e afferma che ogni grande Stato può sbagliare, ma quando si scarica la resposabilità degli eventi sulle vittime allora si opera in maniera diabolicca. Continua il messaggio poi parlando delle forze dell’ordine in particolare dichiara “(…) le istituzioni e le forze dell’ordine dovrebbero avere a cuore la protezione dei più deboli perché non c’è niente di più viscido che essere forte con i deboli e servizievole con i potenti“. Questa non è la prima volta che il rapper si scaglia contro l’operato delle forze dell’ordine, pochi mesi fa infatti l’artista italiano era stato denunciato da una associazione di carabinieri in congedo per il testo di una sua canzone in cui apostrofava i carabinieri come “infami”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui