La leggenda narra che sia stato proprio Paul McCartney a causare la rottura dei Beatles, ma il musicista ha rivelato un altro retroscena.

Beatles - ecco perché si sono sciolti
Beatles – ecco perché si sono sciolti

I Beatles sono, e rimarranno sempre, una delle band più importanti della storia della musica internazionale. L’iconico gruppo – formato da Paul McCartney, John Lennon, George Harrison e Ringo Starr – fece letteralmente sognare la generazione degli anni sessanta. Il gruppo vide la sua origine proprio nel 1960 e la collaborazione proseguì per ben dieci anni, poi improvvisamente qualcosa cambiò e per i fan della band arrivò la comunicazione dello scioglimento – un vero e proprio fulmine a ciel sereno.

All’inizio del 1970, i Beatles continuavano ad avere un incredibile successo a livello globale, eppure – dietro le quinte – i quattro artisti stavano cominciando ad acquisire la consapevolezza di aver perso la sintonia di cui godevano agli esordi. Crescendo, i magnifici quattro, si stavano evolvendo e cominciarono così a sviluppare il desiderio di proseguire in solitaria la strada artistica.

Paul McCartney pubblicò il suo primo album da solista poco dopo la rottura definitiva e, per questo motivo, molti pensarono che sia stato proprio lui a portare allo scioglimento dei Beatles. Tuttavia, in una recente intervista, McCartney ha deciso di tornare sull’argomento, rivelando un retroscena che capovolgerebbe la leggenda sulla loro separazione.

LEGGI ANCHE —> Nicolas Cage, l’attore è irriconoscibile: come si è ridotto oggi

Paul McCartney – La verità sullo scioglimento della band

Paul McCartney svela i retroscena
Paul McCartney svela i retroscena

Durante un’intervista esclusiva alla BBC su Radio4, l’iconico chitarrista e cantante dei Beatles – Paul McCartney – ha rivelato un retroscena inedito su ciò che portò allo scioglimento della band nel 1970: Non sono io la persona che ha istigato la scissione” ha tenuto a sottolineare – “Un giorno John entrò in una stanza e disse: ‘Lascio i Beatles’ […] il fatto è che John si stava rifacendo una vita con Yoko […] aveva in qualche modo sempre voluto liberarsi dalla società”. 

LEGGI ANCHE —> Katie Holmes, sui social la prima foto insieme al nuovo fidanzato

Inoltre, proprio per il grande successo che stavano continuando ad ottenere, ai quattro venne vietato di comunicare la rottura:Sapevano tutti che i Beatles erano già finiti, ma non potevamo semplicemente andarcene […] alla fine ero stufo di nasconderlo”. Insomma, chi spinse realmente lo scioglimento della band fu nientepopodimeno che John Lennon.

John Lennon e Yoko Ono
John Lennon e Yoko Ono

LEGGI ANCHE —> Tom Cruise: la figlia Suri è la fotocopia della mamma Katie

La sua relazione con Yoko Ono infatti, risale proprio al periodo della rottura e dell’allontanamento progressivo dell’artista dai compagni di una vita. Inizialmente infatti, la moglie di Lennon non godeva di particolare stima da parte dei fan della band, ma niente poté contro il loro amore: John Lennon aveva deciso di dedicarsi alla sua Yoko Ono e, per fare questo, doveva abbandonare i Beatles.

Per scoprire altri retroscena sullo scioglimento della band, dovremo aspettare la pubblicazione ufficiale dell’intervista di Paul McCartney prevista per il 23 ottobre. Chissà se l’iconico chitarrista riuscirà a sfatare altri miti sui veri rapporti dei quattro artisti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui