Il padre del bimbo accoltellato alla gola “Date l’ergastolo a quell’uomo”

0
318
Fonti ed evidenze: Corriere della Sera, Quotidiano

Sarebbe potuta finire in tragedia. Invece oggi il bimbo accoltellato sul bus a Rimini, Tamim, ha iniziato la scuola: è stato il suo primo giorno.

 

Meno di un mese, l’11 settembre per l’esattezza, fa ha rischiato la vita. Oggi, invece, il piccolo Tamim Abu Sakar ha varcato per la prima volta il cancello della scuola. Il bimbo ha, infatti, iniziato la prima elementare. Il papà, Sunny Abu Bakar ha così commentato l’evento: “Oggi è una giornata straordinaria. Il nostro piccolo Tamim ha iniziato la scuola”.  Tamim avrebbe dovuto iniziare la scuola già il 13 settembre se non ché due giorni prima il bambino era stato accoltellato su un autobus e così, ad appena 6 anni di vita, ha già dovuto lottare per dieci giorni tra la vita e la morte perché una lama gli aveva reciso la carotide.

A ferire Tamim era stato un ragazzo di 26 anni, Somane Duula il quale, oltre al bambino, aveva accoltellato altre quattro persone sul filobus della linea 11 e Viale Regina Elenea – zona sud di Rimini – mentre scappava dagli agenti della Polizia che lo inseguivano. Tamim, aveva rischiato grosso perché il fendente gli ha reciso la carotide: se la lama avesse penetrato di poco l’arteria Tamim non sarebbe più con la sua famiglia e non avrebbe mai iniziato la scuola.  In 10 giorni i medici dell’Ospedale Infermi di Rimini hanno compiuto il miracolo. Il padre del piccolino, commosso, ha rivissuto tutta la vicenda drammatica: “Quell’uomo merita l’ergastolo. l dottore ci disse subito che il bimbo era in pericolo quando uscì dal reparto: mi sono sentito morire dentro. Anche il giorno dopo ci dissero che le cose non stavano andando bene. Era uscito un sacco di sangue e il sangue penetrava anche dentro la carotide. Poi, grazie a Dio tutto andò bene“.  Il caso è finito sotto i riflettori nazionali ed è stato anche al centro del vertice sulla sicurezza, a cui ha preso parte anche il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui